Recensione
Redazione, Ostuni - News, 20/02/2014

Gli studenti del liceo classico incontrano Carlo Greppi

Gli alunni del liceo classico “A. Calamo” di Ostuni incontrano giovedì 20 Febbraio alle ore 10,00 Carlo Greppi autore del libro L’Ultimo Treno, racconti del viaggio verso il lager. L’iniziativa rientra nelle attività organizzate dal liceo, rappresentato dalla dott.ssa Annunziata Ferrara, per il mese della Memoria in collaborazione con i Presìdi del libro della Regione Puglia.

Carlo Greppi è un giovane dottorando in Storia contemporanea all’Università di Torino; è stato nella redazione della mostra Fare gli italiani. 150 anni di storia nazionale, e collabora con l’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea Giorgio Agosti. E’ inoltre tra gli organizzatori del “Treno della memoria”, progetto che ogni anno accompagna ad Auschwitz oltre tremila ragazzi provenienti da tutta Italia. In questa stessa occasione alcuni alunni di ritorno appunto da Auschwitz offriranno ai presenti all’incontro con l’autore, la propria testimonianza quasi a voler fermare il tempo di cui proprio loro stessi sono stati protagonisti.

In realtà non possiamo non considerare che la storia di questo viaggio verso il lager riguardi anche noi per il significato, che questa drammatica pagina della storia continua ad avere. Carlo Greppi, infatti, con questo libro, riapre quel dossier e contemporaneamente ci dice che il tempo della commemorazione, se è in grado di definire l’archeologia delle nostre emozioni, non è capace di costruire la sensibilità civile per il “nostro tempo”, un tempo pieno di “non luogo” che spesso noi stentiamo a riconoscere. Un tempo, che ha molto da dire al nostro presente, in cui fisicamente molte persone stanno insieme, ma vivono in solitudine senza comunicare.