Recensione
Massimiliano Panarari, Il Venerdì, 18/04/2014

Come godere di tutto ciò che possiamo raggiungere

Tertium datur tra scientismo e dogmatismo religioso. Si tratta del Naturalismo moderno e dell'antropologia dell'ecoappartenenza, che consentono di ripensare gli interrogativi intorno alla felicità e all'insegna del "principio di natura", e di dialogare, da posizioni laiche, con i credenti. Il filosofo ( e specialista di teoria dell'evoluzionismo) Orlando Franceschelli indica la via praticabile di una "saggezza della felicità possibile" che parte dalla consapevolezza dei nostri limiti e della condizione di finitezza impostaci dal dolore e dalla morte per permetterci di godere di tutto ciò che possiamo raggiungere.