Recensione
Valentina Orsi, www.letteratura-per-ragazzi.it, 01/04/2014

Niente principe ranocchio

“Infatti non è cambiato niente, salvo tutto”. In queste parole, che chiudono il nuovo albo di Donzelli scritto e illustrato dall’esordiente Elena Arévalo Melville, è racchiuso tutto. Tutto il valore del libro, tutto il significato di un periodo fondamentale della vita di una donna, ovvero il passaggio da bambina a giovane ragazza. Non cambia niente: si è sempre se stessi, con lo stesso nome, le stesse braccia, gambe e mani, ma si è totalmente diverse dentro e, di conseguenza, anche fuori. In poche pagine, con una storia apparentemente semplice e dal titolo che fa pensare alla parodia di una fiaba, l’autrice invece racconta il difficile passaggio di una bambina dai suoi giochi liberi nella natura ai pensieri contrastanti dell’adolescenza. A farle compagnia nella giungla e nella sua avventura un tucano. Un animale che non si trova spesso nelle favole, ma che si trova in Guatemala, dove l’autrice è nata e cresciuta (e di cui riporta colori e trame e forza in tutte le sue tavole). Un animale che ha la discrezione e la forza necessari per essere il fedele custode della fanciulla. Quando la protagonista inizia a leggere (sono sempre i libri a portare a conoscenza di altri mondi e di altri modi) scopre l’amore e la bellezza e si intestardisce nel voler essere anche lei una principessa con il suo principe. E dove trovare un principe in una giungla se non in un ranocchio? Tucano la accompagna in questa ricerca, pur disapprovandola, pur soffrendo nel vedere la sua bambina allontanarsi da lui senza nemmeno poterle dire quanto sia bella con il vestito di seta che ha preparato per il suo nuovo compagno di vita. Ma un principe non ci sarà: il ranocchio “prescelto” continuerà a fare il ranocchio nello stagno, e Lei si specchierà desolata in quell’acqua vedendo il suo reale riflesso di bambina-non bambina. E proprio in quel momento di sconforto e di verità, il suo amore di sempre si rivelerà nella sua natura umana e come prima faceva volando, adesso per mano continuerà ad accompagnarla nella vita di ogni giorno. La solita vita di sempre, ma dove tutto, adesso, è diventato un’altra cosa.