Recensione
Massimiliano Panarari, Venerdì, 10/01/2014

Good Luck&Goodbye

Francis Scott Fitzgerald,(1896-1940), l'autore del Grande Gatsby e l'esponente principe ( insieme alla moglie Zelda) della Lost Generation, voleva riabilitarsi dall'immagine di alcolizzato collerico e dissoluto. Per liberarsene propose così inutilmente al su editore abituale (Perkins) una raccolta di scritti autobiografici "in positivo". Che possiamo ora leggere in questo volume , seguendo il suo tentativo di scrollarsi di dosso la cattiva fama di debosciato dell'età del jazz per accreditarsi ( non senza ironia) quale scrittore completo e, soprattutto, maturo.