Recensione
di Alexander Stille., la Repubblica, 14/03/2001

La storia e la memoria

[...] Nel suo ultimo libro, L'ordine è già stato eseguito (Donzelli), Portelli dimostra che molte delle testimonianze orali di uno dei principali eventi storici della seconda guerra mondiale in Italia sono completamente errate. Il libro riguarda il massacro di 335 civili compiuto dai tedeschi a Roma nel 1944 in risposta ad un'imboscata dei partigiani italiani in cui vennero uccisi 33 soldati tedeschi. Molte persone sono convinte che dopo l'imboscata i tedeschi abbiano lanciato un ultimatum, minacciando di uccidere 10 italiani per ogni soldato tedesco morto se i partigiani non si fossero consegnati. In realtà i tedeschi il giorno successivo all'attacco emisero un comunicato in cui si affermava che l'ordine di rappresaglia «era già stato eseguito». Intorno a questo fatto si sono però sviluppati una serie di miti popolari che tendono ad attribuire ai partigiani, e non ai tedeschi, la responsabilità del massacro. [...] (Traduzione di Emilia Benghi)