Recensione
Mara Pace, La Stampa.it, 03/10/2012

Tutti i colori dei nonni

I nonni sono come genitori, ma hanno più tempo libero, una maggiore inclinazione alla fantasia e abitudini radicate negli anni. La bambina protagonista di questo albo illustrato ricorda che il nonno era inseparabile dal suo bastone e la nonna dalle vecchie calze. " S'ingegnavano a usare le cose in modo curioso" e, anche se non era possibile trovare una soluzione per tutti i problemi, sapevano essere felici. A volte basta poco per colorare una giornata bigia, con la pioggia che s'infiltra persino in casa: l'arrivo dei nipoti, per esempio, con le tempere e la voglia di giocare, in un batter d'occhio cambia tutto. " C'erano così tante cose da fare, che le mani non ci bastavano!" racconta la bambina. E i ricordi dell'estate riescono infine ad alleviare anche la tristezza dell'inverno. A casa dei nonni (trad. Bianca Lazzaro, Donzelli, 2012, 40 pp., 16 euro, da 5 anni) è un libro che arriva dalla Spagna, scritto da Arianna Squilloni e illustrato dall'artista di origine russa Alba Marina Rivera. Nelle sue tavole, talvolta allegre e talvolta malinconiche, l'equilibrio dei colori segue il filo della narrazione, cambiando anche in modo brusco, mentre il rapporto nonni-nipoti viene descritto attraverso gli oggetti e le attività che hanno condiviso. Una storia piccola e commovente, in cui non succede quasi nulla, ma allo stesso tempo succede tutto. Il protagonista di Sempreverde (Fatatrac, 32 pp, 14,90 euro, da 4 anni), albo scritto e illustrato da Ilaria Guarducci, è invece nonno Teodoro, un vecchietto arzillo e vivace, innamorato della vita. Lo osserva e controlla con grande invidia Osvaldo, pieno di acciacchi e sempre pronto a lamentarsi. Vorrebbe scoprire " la fonte magica che aiuta [Teodoro] a rimanere così giovane e felice", ma alla fine capisce che tutto sta nel cambiare se stessi e il proprio modo di vedere le cose. Un omaggio alla terza età, buffo e divertente, per osservare le persone anziane con occhi bambini.