Recensione
Giuseppe Berta, L'Espresso, 21/06/2012

La sinistra d'Israele

Israele ha rappresentato un lacerante elemento di contraddizione per la sinistra italiana, passata rapidamente da un apprezzamento iniziale per il nuovo stato mediorientale , sull’onda dell’antifascismo del dopoguerra e della risonanza delle persecuzioni razziali, ad atteggiamenti orientati spesso a un’ostilità che ha rasentato l’aperta avversione, anche sotto l’influenza della politica sovietica. Questa confusa evoluzione viene descritta e analizzata con acume in un bel saggio di Matteo Di Figlia ( Israele e la sinistra. Gli ebrei nel dibattito pubblico italiano dal 1945 a oggi, Donzelli) che si distingue per l’originalità del percorso di ricerca che propone. Di Figlia non fa la storia di un confronto politico astratto e generale, ma preferisce seguire il dipanarsi e il mutare degli orientamenti verso Israele ( e il loro riverbero sull’identità ebraica in Italia) calandosi nelle biografie di personalità che si sono sentite chiamate in causa e sfidate dal contrasto tra israeliani e mondo arabo. Può così delineare un mosaico talmente composito da ricomprendere un itinerario singolare come quello di Guido Gadi Valabrega, divenuto con gli anni un critico feroce e oltranzista di Israele dopo l’esperienza giovanile in un kibbutz, come l’assidua e tenace adesione ai valori dello Stato ebraico testimoniata da Bruno e Tullia Zevi. Già incrinato dagli eventi di Suez del 1956, il rapporto della sinistra italiana con Israele precipitò dopo la Guerra dei Sei Giorni del 1967. Essa inaugurò un periodo di acuta divisione, opponendo duramente coloro che facevano della questione palestinese il metro di giudizio fondamentale e chi scorgeva invece in Israele un presidio della democrazia . Accanto a questa distinzione , però, doveva maturare col tempo, tra le file degli ebrei italiani, la riscoperta di un senso di appartenenza che travalicava la dinamica degli avvenimenti politici e che finirà coll’essere rivendicato come una matrice di identità e una fonte di ispirazione culturale