Recensione
Mara Pace, www.lastampa.it, 23/05/2012

Il linguaggio segreto di nonni e nipoti

L'ultima estate prima della scuola: il piccolo Garmann sente di essere sul confine di una nuova stagione, e prova timore per ciò che lo aspetta. Capita a quasi tutti i bambini in attesa di andare alle elementari, perché capiscono che stanno diventando grandi. "Senti le farfalle nello stomaco?" gli domanda una delle tre anziane zie che vengono a trovarlo ogni anno. Garmann risponde semplicemente che ha paura, chiedendosi come facciano le farfalle a entrare nello stomaco. Nell'illustrazione, un collage digitale dai colori acidi e brillanti, al confine tra disegno e fotografia, vediamo infatti una sua (immaginaria) radiografia con tanto di lepidotteri svolazzanti. Ma il giovane protagonista di L'estate di Garmann (trad. Bruno Berni, Donzelli, 2012, 40 pp., 19,90 euro), miglior libro 6/9 anni per il Premio Andersen 2012, non è il solo ad avere paura. Anche le sue tre anziane zie guardano con timore al futuro. Nelle poetiche e talvolta bizzarre immagini del norvegese Stian Hole, che in occasione del Premio sarà intervistato da Andrea Valente al Museo Luzzati di Genova sabato 26 maggio (ore 11), assistiamo così all'incontro tra pensieri cupi e pensieri fantasiosi, tra infanzia e vecchiaia, in un equilibrio che permette all'autore di parlare con la giusta leggerezza anche della morte: un tema difficile, ma che può trovare tra le pagine di un albo illustrato uno spazio protetto dove essere affrontato per la prima volta. Nonni e nipoti hanno un linguaggio tutto loro, un modo di comunicare che esclude talvolta gli altri adulti: credono nell'esistenza di creature magiche e sanno vedere il mistero che si nasconde nelle cose. La forza di questo legame, e la sua perdita dopo la morte del nonno, è narrata in modo esemplare nel romanzo di Linda Newbery Un amico segreto in giardino (trad. di Luisa Agnese Della Fontana, ill. di Pam Smy, Salani, 2012, 240 pp., 14 euro). Will e la sua nipotina Lucy sanno riconoscere tra le foglie e i rami dell'orto la sagoma dell'inafferrabile Lob, una creatura senza età che aiuta a far crescere le piante. Qualsiasi cosa dicano gli altri adulti, Lucy sa che nel giardino c'è una magia speciale. Tale convinzione si affievolisce però dopo la morte del nonno, lasciando trapelare piano piano i dubbi e le incertezze. è ciò che succede crescendo: si perde quel mondo incantato dell'infanzia, di cui il giardino è simbolo, e che i bambini condividono tanto spesso con gli anziani. Ma Lob esiste davvero, e privato del suo orto intraprende un lungo viaggio in cerca della piccola Lucy, che in fondo non smette mai di aspettarlo.

Una nonna speciale: Tornato da poco in libreria dopo una lunga assenza, Graffi sul tavolo di Guus Kuijer (trad. Laura Draghi, Salani, 2012, 96 pp., 11 euro), quasi un classico della letteratura per ragazzi olandese, è la storia di una bambina che si fa raccontare la vita della nonna dopo la sua morte. Grazie alle domande della piccola Madelief, mai banali, emerge il ritratto di una donna difficile da dimenticare.

ANDERSEN è il mensile italiano di informazione sui libri per l'infanzia. La rivista promuove ogni anno il PREMIO ANDERSEN, assegnato alle migliori opere dell'annata editoriale, con un'attenzione particolare alle produzioni più innovative e originali.