Recensione
Tiziana Lo Porto, D Donna di Repubblica, 25/02/2012

Cita, chi era costui?

La prima apparizione Tarzan la fece cento anni fa in un romanzo ( primo della serie) dello scrittore americano Edgar Rice Burroughs pubblicato a puntate sulla rivista All-Story Magazine. Un bambino, rimasto orfano e sperduto sulla costa africana, viene salvato e allevato dalle scimmie. Tarzan cresce, e tutto fila liscio finché nella foresta non arriva una ragazza, Jane, di cui s'innamora e che dovrà salvare da calamità di ogni sorta ( tra cui un incendio e un matrimonio). A celebrare il centenario di Tarzan è un bel volume che raccoglie 12 storie originali di Burroughs, e le illustrazioni di Burne Hogarth, autore dei primi fumetti tratti dal soggetto. Continuerà a non essere tradotto, invece, il romanzo di James Lever "Me Cheeta", geniale finta autobiografia della scimmia che accompagnava e accudiva l'infanzia e adolescenza di Tarzan: il libro, pare, è intraducibile per colpa di un equivoco sull'identità sessuale : Cita, nelle traduzioni italiane, che per decenni ci hanno sviato, era femmina. Nell'originale era maschio: tutta un'altra storia.