Recensione
Massimo Raffaeli, La Stampa - Tuttolibri, 28/01/2012

Un recupero felice

Davvero un recupero felice, questo diario del 1960 che è anche il romanzo picaresco della iniziazione culturale e politica di Goffredo Fofi. Tra Roma e Torino, il Meridione e Parigi, nei mutevoli epicentri del Boom economico che non si riconosce ancora come tale, vi lasciano un'impronta, una voce e talora la propria silhouette persone che si chiamano Danilo Dolci, Ernesto De Martino, Aldo Capitini, Carlo Levi, Gigliola Venturi, Dina Bertoni Jovine, Raniero Pensieri: cioè un prezioso mosaico di quello che, ignorandoli, si avvia a essere il Paese Mancato.