Recensione
Elisabetta Bolondi, www.ventonuovo.eu, 05/02/2012

Eleganza grafica e buon sentimenti

Un album davvero originale quello appena uscito da Donzelli, che ha per autore Tomi Ungerer, l’artista-illustratore che nel 1998 ha vinto il Premio internazionale Hans Christian Andersen. La storia è quella fantastica di Adelaide, una cangura volante: dopo la nascita, le ali della cucciola di canguro diventano sempre più grandi, finché la cangurina lascia i genitori e vola via, seguendo il pilota di un piccolo aereo. Cominciano così i viaggi del primo canguro volante, che vola in India, e poi atterra a Parigi….dove grazie al signor Marius comincia una vita normale: va al ristorante, visita i musei dove trova altri animali volanti, si spaventa di fronte ai mostri che ornano Notre Dame, diventa attrice in uno spettacolo di varietà e un giorno, durante un incendio, riesce a portare in salvo dal fuoco due bambini intrappolati rischiando la propria vita. All’ospedale viene curata, torna a camminare, e incontra allo zoo un canguro, Leon, del quale si innamora….e vissero felici e contenti. Una favola davvero elegante, ricca di metafore, piena di buoni sentimenti, illustrata con maestria ed eleganza dall’autore: gli animali sono spesso più “parlanti” degli uomini, e la gratitudine degli umani nei confronti della speciale cangurina volante parlano di rapporti più solidali ed equilibrati che spesso mancano nel mondo “civile” nelle città degli uomini del nostro tempo.Grafica dai colori sfumati, azzurrini e seppia, come in immagini d’epoca, che ci ricordano tempi più garbati e meno aggressivi. Una lezione di etica per piccoli e grandi, attraverso le pagine dove le immagini si stagliano nitide, chiare, senza paura di equivoci: amore, solidarietà, condivisione di impongono con l’evidenza del segno.