Recensione
Valeria Bonelli, Vogue, 14/10/2011

Il mondo di Tamara

In quest'autunno di memorie dei Ballets Russes, può essere appassionante scoprire vicende e segreti di una loro protagonista grazie a un libro-cofanetto: "La casa di Tamara", co-produzione internazionale, edito in Italia da Donzelli. Ecco prendere forma un appartamento parigino dei primi del Novecento, da arredare e decorare a piacere con mobili d'epoca e memorabilia delle Saisons Russes. Tra le pareti di quell'incntevole casa d'artista immaginiamo muoversi con passo leggiadro Tamara Karsavina, ballerina dall'estroso talento, donna di rapinosa bellezza. Una vita avventurosa la sua : figlia d'arte, cresciuta nella San Pietroburgo di fine Impero, lasciò quel teatro Mariinsky dov'era una diva per seguire l'avventura di Djagilev e dei suoi artisti. I trionfi della troupe e la rivoluzione bolscevica avrebbero dato ragione al suo coraggio: Tamara divenne l'immagine femminile dei Ballets Russes e visse da protagonista nel beau monde occidentale.