Recensione
F.C., Minerva, 01/09/2011

Diciannove vite per l'Italia

Rita Levi Montalcini : l'unica donna nella storia italiana ad essere insignita del premio Nobel in area scientifica. Maria Gaetana Agnesi: matematica, nel 1750 insegnò all'Università di Bologna, anche se in modo non ufficiale. Giuseppina Aliverti: fisica, nel 1937 vinse un concorso all'Osservatorio geofisico di Pavia, è stata membro del CNR e di varie organizzazioni scientifiche. Maria Bianca Cita Sironi: geologa, è stata una delle pochissime donne vincitrici del premio Antonio Feltrinelli. In occasione del compleanno italiano, Elisabetta Strickland, rinomata matematica, ci racconta le storie di 19 grandi donne che, dal 1861 ad oggi, hanno dedicato la loro vita alla ricerca, collaborando al progresso della scienza e del nostro Paese. In condizione di evidente svantaggio e mancanza di opportunità rispetto ai loro colleghi maschi, queste donne si sono scontrate con stereotipi di genere e pregiudizi, molto spesso con l'ignoranza, ma hanno combattuto per difendere il ruolo della donna. Un tributo al lavoro caparbio delle scienziate italiane, alla loro straordinaria sensibilità anche quando applicata alla scienza, senza dimenticare gli uomini che hanno creduto in loro e le hanno incoraggiate.