Recensione
Stefano Manferlotti, Venerdì di Repubblica, 02/09/2011

Pop

Si fa presto a dire pop. L'autore, docente di estetica all'università di Firenze, parte da una riflessione su uso e abuso che oggi si fa del termine per dimostrare invece come negli anni Sessanta prendessero forma, grazie a un Warhol, a un Reed, agli stessi Beatles, istanze artistiche diversificate e complesse, da cui sarebbe nata l'intera cultura pstmoderna