Recensione
Redazione, www.forkids.it, 17/06/2011

Avventure speciali

Mellops non sono una famiglia di porcelli qualunque, ecco perché a loro capita di avere avventure del tutto speciali. Tanto per cominciare il signor Mellops è un tipo straordinariamente intraprendente. Qualche esempio? Frugando nella sua polverosa soffitta, si imbatte in un vecchio baule con dentro un mucchio di carte. Sono le lettere in cui un suo antenato francese rivela l’esistenza di un galeone che egli stesso aveva affondato negli abissi dell’oceano, con a bordo un tesoro. Senza esitazione, il signor Mellops convoca i suoi quattro figli, e parte alla volta del tesoro sommerso. In un’altra occasione può capitare invece che papà Mellops decida di costruire una trivella per estrarre il petrolio di cui ha trovato traccia in campagna, durante un picnic.

Ma anche i quattro fratellini sono pieni di iniziative – come quando ciascuno di loro decide di fare una sorpresa agli altri con un bell’albero di Natale e alla fine si ritrovano la casa piena di abeti, a cui dovranno trovare un nuovo tetto. E mamma Mellops? Festeggia la fine di ogni loro avventura portando in tavola la sua insuperabile torta alla panna. In un’edizione completa, le simpatiche avventure dei porcelli più amati dai bambini di mezzo mondo.

L’autore: Tomi Ungerer è stato insignito di prestigiosissimi premi internazionali: oltre al Premio per la letteratura per l’infanzia Hans Christian Andersen (1998), la Legion d’onore in Francia (1990), il National Prize for Graphic Arts France (1995) e lo European Prize for Culture (1999). La sua città natale, Strasburgo, gli ha dedicato un intero museo. Non c’è ambito dell’espressione artistica che Ungerer non abbia praticato con una spiccata vena d’inquietudine e un’impronta spesso definita «controversa» e «sovversiva». Tra le sue pubblicazioni di maggior successo ricordiamo I tre briganti (Nord-Sud, 2007), libro da cui è stato tratto un lungometraggio d’animazione.

Di recente intervistato dal Times – Phaidon sta ripubblicando la sua intera opera pezzo per pezzo – ha dichiarato proprio forse pensando ai Mellops, di essere principalmente un autore satirico, e che anche i suoi testi per bambini finiscono per esserlo. Sarà per questo che le avventure di questa famiglia di porcelli avevano subito negli anni sessanta il bando dalle librerie e dalle biblioteche americane.