Recensione
Jeanne Perego, Il Tirreno, 28/05/2011

Arriva "Muso di volpe", storie di vita semplice raccontate ai bambini

"Non si dovrebbe mai scrivere per i bambini, piuttosto bisognerebbe avere il coraggio di selezionare per loro quello che è già stato scritto per i grandi; ciò che conta è la scelta e la dose della medicina, che non può essere diversa solo perchè si tratta di un bambino". A scrivere così è Anton Cechov che, appunto, non dedicò mai nulla di specifico al pubblico dei giovanissimi. Un suo profondo conoscitore, Peter Urban, ha però scandagliato a fondo la sua opera alla ricerca di racconti che potessero fare al caso. Il risultato è il volume tradotto da Lila Greco e illustrato da Tatjana Hauptmann, che Donzelli ha inserito nella collana "Fiabe e Storie": 14 gemme in cui si riconosce la grandezza dell'autore di Zio Vanja. Storie di vita semplice, mai nulla di straordinario o fantastico, in cui i protagonisti sono soprattutto animali, bambini. Storie che si fanno leggere tutte d'un fiato.