Recensione
Francesco Boille, Internazionale, 15/04/2011

Autentiche fantasie

Il francese Sempé è uno dei più raffinati disegnatori umoristici viventi, dotato di un tratto preciso nella sua intuitività, e consigliamo di comprare di corsa il librone Un peu de la France (Nuages), memoria storica, per frammenti, di una Francia che non c'è quasi più. Ed è altrettanto vero per il libricino che narra la parabola di Monsieur Taburin su come si creano ( tra l'altro) mitologie piccole o grandi. Nella Francia di provincia, dove il radunarsi in pubblico per seguire alla radio il Tour de France è ancora un avvenimento gioioso, un maestro della riparazione di biciclette, Taburin, ha passato la sua vita a occultare un piccolo segreto, così grande per un provinciale, di non saper stare in bicicletta. Scoprirà che ci sono quelli che, al contrario di lui, vantano un talento professionale ma in realtà sono impostori. E scoprirà che si riesce a "cogliere l'attimo" quando meno ce lo si aspetta, quando l'ossessione è sparita. Quando ci si placa e si scoppia a ridere, perchè l'importante è l'autenticità. Per mantenerla è fondamentale un forte rapporto con la fantasia.