Responsive image

La sicurezza degli alimenti

Contributo all'analisi economica

Gaetano MARTINO, Cristiano PERUGINI, Tommaso SEDIARI (a cura di)

Meridiana
2006, pp. XX - 392

ISBN: 9788886175937
€ 28,00 -5% € 26,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 26,60
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Questo volume si propone di identificare alcuni termini analitici essenziali dei problemi di natura economica che emergono nel campo dell’offerta di alimenti sicuri. I saggi qui raccolti concorrono al raggiungimento di diverse finalità: chiarire quali siano le ragioni etiche, legali ed economiche per le quali le imprese si preoccupano della sicurezza; proporre interpretazioni dei collegamenti tra questi ordini di cause; esaminare da vicino, con un atteggiamento problematico, le soluzioni organizzative che tendono ad affermarsi per sostenere il miglioramento del grado di sicurezza dei cibi. La teoria economica pone questioni radicali a chi sia interessato ad approfondire il tema che è qui al centro dell’attenzione. In primo luogo, si è spinti a interrogarsi sulla necessità dei risultati cui si perviene muovendo esclusivamente sul terreno dell’efficienza. Il grande rischio è che, anziché configurare la sicurezza quale elemento costitutivo del bene comune, se ne riduca l’offerta in rapporto alla solvibilità della domanda. D’altro canto, il riconoscimento di un principio organizzativo autonomo rispetto all’impresa e al mercato, operante nel mondo delle reti di imprese, fornisce un’utile guida alla comprensione della natura e dell’evoluzione di sistemi che paiono meglio attrezzati per soddisfare le esigenze dalla società. Infatti, se i costi di ricerca dei partner commerciali, di monitoraggio e di controllo accrescono l’onerosità delle transazioni quando la domanda di alimenti sicuri si fa urgente, l’attitudine alla cooperazione, capace di integrare i principi di responsabilità sociale dell’impresa, può favorire l’espansione dell’offerta e contribuire all’integrazione tra produzione e consumo. I contributi proposti, frutto della collaborazione di autori di diversa formazione, tracciano così un quadro che individua le opportunità della sicurezza nel rapporto tra competizione e cooperazione e nell’interazione tra organizzazione e ambiente istituzionale.