Responsive image

Federico Caffè

Realtà e critica del capitalismo storico

Attilio ESPOSTO e Mario TIBERI (a cura di)

Saggi di G. BECATTINI, M. BOVERO, G. CICCARONE, P. CIOCCA, R. FAUCCI, M. FRANZINI, G. PALMERIO, S. STEVE, M. TIBERI, V. VALLI, F. VIANELLO. Presentazione di Carlo Azeglio Ciampi

Meridiana
1995, pp. XIV-178

ISBN: 9788886175067
€ 19,63
Non disponibile Non disponibile Non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

L'opera di Federico Caffè incarna un patrimonio intellettuale che travalica ampiamente i limiti delle discipline economiche di cui pure fu indiscusso maestro. Il Convegno tenutosi a Penne, da cui trae origine questo volume, è nato da una proposta della Società di studi «Ragione e Libertà» e si è svolto con la partecipazione delle Università di Roma «La Sapienza», di Chieti e dell'Aquila. In questa sede si è voluto rispondere all'esigenza di riconsiderare globalmente e in profondità il contributo scientifico di Federico Caffè, nella sua poliedrica veste di grande uomo di cultura che ha invidiabilmente saputo coniugare nella sua lunga carriera l'intransigenza morale e il pragmatismo riformatore: la realtà con cui egli si è misurato rimane infatti quel concretissimo «capitalismo storico», che è diverso da quello ideale - come scriveva lo stesso Caffè, riprendendo una felice distinzione di Einaudi - e al quale si può ancora guardare criticamente, avendo come obiettivo una «civiltà possibile» o «un più alto tipo di società». Dalla ricostruzione del suo pensiero in merito all'evoluzione della teoria della politica economica, considerata cone terreno specifico di realizzazione delle istanze riformiste, emerge la peculiarità del percorso ideale seguito da Caffè, attento cultore dell'eredità scientifica nazionale ma allo stesso tempo sensibile a fecondi collegamenti con gli sviluppi della letteratura economica internazionale.