Responsive image
Ronald G. Witt

Sulle tracce degli antichi

Padova, Firenze e le origini dell'umanesimo

Con un saggio introduttivo di Gabriele Pedullà. Traduzione di Daniela De Rosa

Saggi. Arti e lettere
2005, pp. XXX-591, rilegato

ISBN: 9788879899864
€ 38,00
Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Petrarca e Avignone sono i simboli universalmente riconosciuti dell’umanesimo, laddove al primo se ne attribuisce la paternità e alla seconda i natali. Ronald G. Witt, il più autorevole studioso americano della cultura rinascimentale europea, rimette in discussione in questo volume tali coordinate identitarie, retrodatando di quasi un secolo la nascita dell’umanesimo e ricollocandola in Italia. A Padova, dapprima, laddove i letterati Lovato dei Lovati e Albertino Mussato sarebbero stati i primi a inaugurare una visione del mondo che fece dell’uomo e della sua dimensione mondana e civile il proprio perno; e a Firenze, più tardi, dove l’umanesimo spiegò a pieno le sue ali grazie a Leonardo Bruni e alla sua introduzione del ciceronianismo nell’arte oratoria, come testimonia la sua fondamentale Laudatio urbis Florentinae. Ne viene fuori uno studio destinato a diventare una pietra miliare nell’interpretazione storiografica e letteraria della cultura rinascimentale. Petrarca apparterrebbe dunque alla terza generazione di umanisti, e il suo ruolo, più che di fondatore, sarebbe stato quello di cristianizzatore di un movimento di pensiero essenzialmente secolare. Già dal 1260, dimostra Witt, l’umanesimo si manifesta nell’imitazione dei classici antichi applicata alla poesia, mentre è a Mussato che dobbiamo la prima prosa classicheggiante. Attraverso un’accuratissima analisi lessicale e stilistica, Witt ripercorre il pieno sviluppo di un movimento letterario sbocciato grazie a un cenacolo di latinisti e divenuto il sostrato formativo delle élites dei grandi comuni italiani del Quattrocento.

Autore

Ronald G. Witt

Ronald G. Witt insegna Storia moderna alla Duke University dopo una lunga permanenza presso la Harvard University. Con l’edizione inglese del suo Sulle tracce degli antichi, ha ottenuto dal 2001 prestigiosi premi, tra cui il Marrano Prize della American Historical Society, il Jacques Barzin Award della American Philosophical Society e il Phyllis Gordon Book Prize della Renaissance Society of America.