Responsive image
Anna Jellamo

Il cammino di Dike

L'idea di giustizia da Omero a Eschilo

Saggi. Scienza e filosofia
2005, pp. XVI-142, rilegato

ISBN: 9788879899383
€ 21,90 -5% € 20,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 20,80
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Qual è l’origine dell’idea di giustizia che è alla base della nostra cultura? Tradizione vuole che la data ufficiale dell’ingresso di questo concetto nella storia del pensiero occidentale sia il V secolo a.C.: con i Sofisti, con Socrate, e con i grandi tragici. Ma che cosa c’è dietro l’esplosione di questo tema nell’età d’oro della civiltà ellenica? In questo libro, rigoroso e accessibile al tempo stesso, l’autrice si propone di indagare l’origine arcaica del concetto di giustizia in un’epoca in cui filosofia, teologia e poesia fanno ancora parte di quell’unico grande patrimonio condiviso dai sapienti. La storia dell’idea di giustizia è quella del suo lento procedere attraverso i sentieri dell’epos omerico e della poesia esiodea, dei racconti mitici e teogonici, della poesia lirica ed elegiaca, fino agli scarni frammenti dei primi filosofi. In questa nozione arcaica di giustizia sono già presenti tutti gli elementi che ancora oggi la connotano: la reciprocità, la simmetria, l’uguaglianza, la proporzione. Socrate rappresenta il momento in cui il pensiero della giustizia raggiunge la consapevolezza di sé, ma è un pensiero che ha già alle proprie spalle secoli di storia e le cui tracce sono giunte fino a noi.

Autore

Anna Jellamo

Anna Jellamo insegna Filosofia del diritto e Filosofia politica presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università della Calabria. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Interpretazione del bene comune. Saggio su T. Green (Giuffrè, 1983), Quale liberalismo? Saggi su J. S. Mill (Clueb, 1996) e Il problema dello Stato (Periferia, 2000).