Responsive image

La questione energetica

Economia, politica, governance globale

A cura di Luigi Paganetto

Saggi di M. Baldassarri, R. Brunetta, G. De Michelis, J. P. Favennec, J.-P. Fitoussi, S. Garriba, E. Letta, L. Paganetto, G. Raminella, D. Salvatore

Saggine, n. 74
2004, pp. VIII-118

ISBN: 9788879899161
€ 12,00 -5% € 11,40
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 11,40
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

«Sono trascorsi soltanto tre anni dagli accadimenti che hanno sconvolto il mondo, ma molto è cambiato nello scenario complessivo in cui si muove l’economia. Si è ridotta la fiducia di consumatori e imprese ed è fortemente diminuito l’ottimismo nei confronti del futuro. I problemi che dobbiamo ora affrontare non si possono risolvere all’interno di una realtà nazionale; occorre adottare un approccio globale, e quindi considerare la maggiore responsabilità delle grandi istituzioni internazionali».

L’«effetto contagio» che caratterizza ogni settore della vita e dell’economia del mondo globalizzato e dinamico nel quale viviamo ha come primo esito quello di livellare le domande delle economie più avanzate e di quelle in via di sviluppo di fronte ad alcune questioni strutturali. Prima fra tutte, quella dell’energia. La maggiore richiesta di fonti energetiche da parte dei paesi emergenti si affianca, infatti, alla necessità di fonti alternative, meno inquinanti e rinnovabili, che caratterizza i paesi ricchi. In questo agile e denso volume politici ed economisti, studiosi dell’ambiente ed esperti di relazioni internazionali discutono delle questioni essenziali connesse con lo scenario energetico del nuovo millennio: in che misura sono prevedibili le crisi energetiche? Fino a che punto le fonti di energia sono accessibili ai paesi in via di sviluppo? Qual è il livello di inaccettabilità delle componenti di inquinamento e della correlata domanda di prodotti più puliti? Di fronte a simili quesiti, l’insieme delle regole che chiamiamo global governance, inteso come sistema di relazioni tra aree geografiche, economiche e politiche, diventa più che mai cruciale.