Responsive image
Nelson Mandela

Le mie fiabe africane

Traduzione dall'inglese di Bianca Lazzaro

Fiabe e storie
2004, pp. 192, con 33 illustrazioni originali di 16 artisti africani, rilegato

ISBN: 9788879898928
€ 21,00
Esaurito Esaurito Esaurito
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

«Il mio più profondo desiderio è che in Africa la voce del cantastorie possa non morire mai». Nelson Mandela raccoglie in questa magistrale antologia il meglio dell’immaginario fiabesco africano. Le storie più belle e antiche, raccontate nella forma in cui ce le restituiscono oggi le metamorfosi prodotte da secoli di peregrinazioni. Ma anche alcune storie nuove che fanno da corollario al corpus della tradizione. Ad arricchirne la forza e i colori, un prezioso corredo di illustrazioni, appositamente create da sedici artisti africani. «C’è la lepre – osserva Mandela –, una piccola canaglia; il furbo sciacallo, nel ruolo dell’imbroglione; la iena, nella parte del più debole; il leone, in quella di sovrano dispensatore di doni; il serpente, che infonde paura e al contempo è un simbolo di virtù taumaturgiche; ci sono gli incantesimi che provocano sventura o salvezza; ci sono cannibali raccapriccianti che fanno paura ai grandi non meno che ai piccoli». Il popoloso universo di uomini e animali che abitano questo continente con la loro generosa umanità e l’istintiva disponibilità al sorriso è colto attraverso gli squarci folgoranti dell’arida essenza dell’Africa, tramite il caleidoscopio dei suoi colori assoluti, del bagliore accecante del sole, della foschia azzurra delle montagne. All’orizzonte il benevolo sollievo offerto dall’acqua e dalle foglie. «Le mie storie più care», le definisce Mandela. Storie antiche quanto l’Africa, raccontate attorno ai falò della sera da tempo immemorabile, universali nella loro capacità di ritrarre gli animali e la loro umanissima magia.

Autore

Nelson Mandela

Nelson Mandela (1918-2013), premio Nobel per la Pace nel 1993, è stato la voce più rappresentativa dell’Africa nel mondo ed è il simbolo della lotta contro ogni forma di razzismo. A causa delle sue battaglie contro l’apartheid, ha trascorso ventisei anni in un carcere di massima sicurezza. Nel 1994 è stato eletto presidente della Repubblica del Sudafrica. Dal 1999 abbandonò la vita politica attiva, proseguendo nel suo impegno internazionale per rafforzare i legami della Repubblica sudafricana con i paesi occidentali.

Recensioni
Redazione Corriere Mondiale, Corriere della Sera, 16/06/2010

Saggi 3 Parola di Mandella

di Goffredo Fofi, Avvenire, 30/10/2004

Nelson Mandela racconta fiabe per salvare l'Africa