Responsive image
Antonio Prete

Il deserto e il fiore

Leggendo Leopardi

Saggi. Arti e lettere
2004, pp. X-133, rilegato

ISBN: 9788879898638
€ 17,00 -5% € 16,15
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 16,15
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Cercando le connessioni tra un pensiero tragico e una poesia che è musica e sorriso, grido e meditazione, incantamento e rammemorazione, il libro di Antonio Prete sottrae Leopardi alle letture che hanno separato la filosofia dalla poesia, il sapere dal canto, l’erudizione dalla passione, proponendoci un’esplorazione del pensiero leopardiano mai disgiunta dalla lettura e dall’interpretazione della poesia. Nella prima parte l’autore ripercorre il movimento più proprio di tale pensiero: il rapporto del deserto con il fiore è il rapporto del tragico con la poesia. La consonanza con il nostro tempo è qui fortissima, a mostrare come le domande di Leopardi siano decisamente all’altezza della nostra epoca. Un’analisi sorprendente di un solo famoso verso («Negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi»), un’interpretazione intensa e originale delle Operette morali, una preziosa indagine sulla leopardiana «filologia fantastica» sono alcuni momenti del volume, che nella seconda parte prende lo Zibaldone come campo, smisurato e coinvolgente, dell’indagine. Le prefazioni che Antonio Prete ha premesso ai volumi dell’edizione tematica dello Zibaldone, ora conclusa dall’editore Donzelli, sono qui riprese e unificate: una rivisitazione assidua della meravigliosa selva di pensieri che fanno dello Zibaldone il testo forse più profondo della modernità.

Autore

Antonio Prete

Antonio Prete, nato nel Salento, vive a Siena dove insegna Letterature comparate all’Università. Tra i suoi saggi: Il pensiero poetante (Feltrinelli, 1980), Il demone dell’analogia (Feltrinelli, 1986), Prosodia della natura (Feltrinelli, 1993), Finitudine e infinito (Feltrinelli, 1998), Il deserto e il fiore (Donzelli, 2004). Tra i libri di narrativa: L’imperfezione della luna (Feltrinelli, 2000), Trenta gradi all’ombra (Nottetempo, 2004). Fra le traduzioni poetiche: I fiori del male di Baudelaire (Feltrinelli, 2003). Per i tipi della Donzelli ha pubblicato la sua raccolta di versi Menhir (2007).