Responsive image
Günter Figal

Nietzsche

Un ritratto filosofico

Traduzione di Anna Maria Lossi

Saggi. Scienza e filosofia
2002, pp. IX-195, rilegato

ISBN: 9788879897273
€ 20,80 -5% € 19,76
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 19,76
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Quando morì, il 25 agosto del 1900, Friedrich Nietzsche era già sprofondato da quasi vent'anni nell'abisso della follia. Pure, se si volesse stilare una classifica dei pensatori più influenti del XX secolo, Nietzsche vi figurerebbe con tutta probabilità al primo posto. A che cosa si deve una così straordinaria capacità di anticipare i tempi, che sembra sintetizzare l'incredibile forza del pensiero nietzscheano? In questa densa e brillante introduzione filosofica, Günter Figal – una delle personalità più significative della filosofia tedesca contemporanea, ripercorre sismograficamente, con raro spessore teorico, gli scuotimenti che il Novecento ha registrato nei confronti della ricezione nietzscheana, riuscendo al tempo stesso ad interrogare in presa diretta la modernità del filosofo di Röcken. Il lettore viene così accompagnato lungo il complesso itinerario che attraversa le vicende dell'uomo e del filosofo, a partire dalla Nascita della tragedia fino agli appunti degli ultimi anni di lucidità mentale. Il risultato non è semplicemente un utile strumento per comprendere la potenza teorica del grande pensatore tedesco, ma un contributo critico capace di restituire una visione fortemente unitaria della filosofia di Nietzsche, attraverso un approccio articolato, che riesce pienamente nell'intento di illuminarne tutte le possibili vie, tutti gli spostamenti e i cambiamenti di direzione. A ben vedere, il merito maggiore di Figal sta proprio nella tensione problematica della sua interpretazione, in quel suo non voler risolvere mai il movimento oscillatorio tra scrittura e pensiero, tra filosofia e vita, tra essere e divenire, che rappresenta il cuore dell'opera di Nietzsche.

Autore

Günter Figal

Günter FIGAL (1949) ha studiato a Heidelberg sotto la guida di Michael Theunissen e Hans Georg Gadamer. Attualmente è professore di filosofia all'Università di Friburgo in Brisgovia. Dal 2002 dirige l'Internationalen Jahrbuchs für Hermeneutik. Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo: Martin Heidegger. Fenomenologia della libertà (1988); Il mostruoso e l'amore. Sette letture platoniche (1991); Heidegger. Un'introduzione (1992); Socrate (1995); Il significato del comprendere. Contributi a una filosofia ermeneutica (1997).