Responsive image
Gabriella Bodei Giglioni

Erodoto e i sogni di Serse

L'invasione persiana dell'Europa

Saggine, n. 55
2002, pp. 107

ISBN: 9788879896856
€ 9,30 -5% € 8,83
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 8,83
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

La spedizione di Serse contro la Grecia costituisce una tappa fondamentale nella storia e nell’immaginario dell'Europa, quasi un battesimo della sua identità. A lungo la sconfitta dei Persiani a Salamina ha infatti fornito lo spunto per proclamare la superiorità dell’Europa (patria della libertà, della legge, della razionalità, della coscienza vigile) sull'Asia (luogo di schiavitù, di arbitrio, di paura e di voluttuoso torpore dei sensi). In un piccolo capolavoro, incastonato nel corpo delle Storie, Erodoto narra l'antefatto della spedizione: il tormentato dilemma se muovere o meno la guerra che condurrà alla decisione finale. Quasi a sottolineare la natura fatale di quella decisione, Erodoto mette in scena i ripensamenti e le esitazioni che accompagnano Serse in quella deliberazione, ibrido frutto delle argomentazioni pubbliche e razionali del giorno e dei sogni e degli incubi della notte. Con ritmo incalzante e con avvincente acume psicologico, il primo storico dell'Occidente si immedesima nei modi di pensare e di agire di un'altra civiltà. La logica espansionistica del potere imperiale; l'ambizione, l'orgoglio e la fedeltà del sovrano alla tradizione degli avi; il ruolo degli dei e dei demoni; l'interpretazione dei sogni; i meccanismi dell’auto-inganno; le riflessioni sui limiti e i paradossi della libertà umana. «Ho cercato di guardare - commenta alla fine l'autrice - nello specchio di Erodoto, in modo da restituirgli, per così dire "da Oriente", la sua stessa immagine aggiornata. Il risultato è che il padre della storia si rivela, in questo caso, assai più attendibile di quanto normalmente si sia disposti a credere».

Autore

Gabriella Bodei Giglioni

Gabriella BODEI GIGLIONI insegna Storia greca e Storia economica e sociale del mondo antico all'Università di Pisa. Si è dapprima occupata di problemi specificamente economici con l’edizione commentata delle Entrate di Senofonte (La Nuova Italia, 1970) e con il volume Lavori pubblici e occupazione nell'antichità classica (Pàtron, 1974). Si è in seguito dedicata agli aspetti sociali della storia e della cultura greca, utilizzando quali fonti anche testi letterari, come nel libro Menandro o la politica della convivenza (New Press, 1984). Ha contribuito a opere collettive come: Civiltà dei Romani. La città, il territorio, l'impero (Electa, 1990); Storia dell'economia mondiale (Laterza, 1996) e I Greci. Storia, cultura, arte (Einaudi, 1996).