Responsive image
Ada Becchi

Criminalità organizzata

Paradigmi e scenari delle organizzazioni mafiose in Italia

Interventi
2000, pp. 155

ISBN: 9788879895859
€ 9,30
Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Il lavoro ricostruisce la genesi del concetto di criminalità organizzata negli Stati Uniti, soffermandosi sull'evoluzione che esso ha subito nel tempo. Prende poi in considerazione le modalità della sua trasposizione al caso italiano, mettendo in luce le differenze che intercorrono tra la criminalità organizzata americana e le mafie italiane. Approfondisce infine il senso dell'uso dell'appellativo «organizzata» con riferimento alla criminalità, sia nel caso americano sia in quello italiano, rifacendosi ai contributi della teoria dell’organizzazione. Le analisi sviluppate nella prima parte sono la premessa di una riflessione sulle ragioni della persistenza del fenomeno mafioso, ormai articolato geograficamente non solo nelle aree di tradizionale localizzazione ma anche nel resto del paese. Tra queste assumono un particolare rilievo le condizioni della riproduzione sociale in alcuni territori, da un lato, e le politiche criminali, dall'altro. Le valutazioni sviluppate sui due fronti consentono la definizione di scenari futuri in cui la prospettiva di un consolidarsi dell'esperienza storica si confronta con quella, innovativa, caratterizzata dall'identificazione di incentivi che attenuino la probabilità di un'opzione a favore della «carriera criminale» da parte dei soggetti a rischio.

Autore

Ada Becchi

Ada Becchi ha insegnato Economia regionale all’Istituto universitario di architettura a Venezia. Si è dedicata in particolare allo studio dei problemi del Mezzogiorno e del mercato del lavoro.