Responsive image
Carlo Levi

Le mille patrie

Uomini, fatti, paesi d'Italia

A cura di Gigliola De Donato. Presentazione di Gigliola De Donato e Luisa Montevecchi. Introduzione di Luigi Maria Lombardi Satriani. Cronologia essenziale della vita di Carlo Levi a cura di Sergio D'Amaro

Saggi. Arti e lettere
2000, pp. XIII-259

ISBN: 9788879895750
€ 18,08 -5% € 17,18
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 17,18
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Gli scritti in prosa di Carlo Levi di cui questo volume avvia la pubblicazione presso l'editore Donzelli costituiscono un vero e proprio evento culturale. Essi si propongono al lettore come altrettanti libri compiuti, che Carlo Levi andò scrivendo nel tempo, anche se non si curò di dar loro un assetto definitivo: rappresentano, di fatto, nella sistemazione che studiosi ed esperti delle varie discipline hanno dato al coacervo delle sue carte, i percorsi effettivi della sua ricerca culturale, civile e artistica. Si tratta di un corpus di saggi, articoli, interventi politici, discorsi parlamentari, reportages di viaggi, lettere aperte, interviste, prefazioni a classici italiani e stranieri, presentazioni di artisti... In breve, un grande patrimonio di idee, invenzioni, immagini, racconti, memorie, bozzetti, riflessioni: di intuizioni, a volte clamorosamente anticipatrici, che testimoniano la molteplicità degli interessi e la versatilità del suo ingegno. Il primo volume, Le mille patrie, raccoglie gli scritti leviani su uomini, fatti e paesi italiani, e vuole esemplificare con una serie di «capitoli» un'idea centrale che Carlo Levi aveva del nostro paese, e che aveva consegnato nel suo libro Un volto che ci somiglia: quella secondo cui «tutto sta insieme in questa terra [..], dove ogni cosa rimane senza perdersi, dove i secoli si sovrappongono, e il pagano e il cristiano, l'arcaico e l'antico, e il medievale e il moderno non solo stanno l'uno accanto all'altro, ma coincidono, sì che ogni cosa è una ricapitolazione, una summa di tutte le altre; e le contraddizioni diventano identità».

In preparazione: La creazione irripetibile, Le tracce della memoria, Roma e dintorni, Il pianeta senza confini, Il dovere dei tempi, Il libro degli animali.

Autore

Carlo Levi

Scrittore, pittore e politico, Carlo Levi è stato uno degli intellettuali di spicco del Novecento italiano. Antifascista, tra il 1935 e il 1936 fu condannato dal regime al confino in Lucania, e da quell’esperienza nacque Cristo si è fermato a Eboli, oltre a un indissolubile legame con il paese di Aliano, dove volle essere sepolto alla sua morte, nel 1975. La sua eclettica attività creativa e politica, dal dopoguerra in poi, fu intensamente intrecciata a quella di instancabile viaggiatore e, tra la fine degli anni cinquanta e i primi anni settanta, intraprese una serie di viaggi che lo portarono in Russia, India, Cina, Stati Uniti e Cile.

Recensioni
Gian Luigi Beccaria, La Stampa, 09/10/2010

Non vogliamo impadanirci

di David Bidussa, il manifesto, 06/03/2001

Verso Sud, l'apprendistato di un intellettuale

di Cosma Siani, L'Indice, 01/03/2001

Il pane nel forno

di Goffredo Fofi, Il Sole 24 ore, 11/02/2001

Esploratore delle mille anime di'Italia

di Nello Ajello, La Repubblica, 13/11/2000

Carlo Levi, uno scrittore tra i cafoni di Manhattan

di Paolo Di Stefano, Corriere della Sera, 03/11/2000

Carlo Levi: radiografia di un'altra Italia

di Pierangela Rossi, Avvenire, 31/10/2000

Carlo Levi: Io il Sud e la Mia patria

di Mirella Appiotti, La Stampa, 28/10/2000

Uomini, fatti e paesi d'Italia