Responsive image
Silvia Ginzburg Carignani

Annibale Carracci a Roma

Gli affreschi di Palazzo Farnese

Con venti fotografie del Camerino Farnese di Pino dell'Aquila

Saggi. Arti e lettere
2000, pp. IX-166, con 53 tavole a colori e in b/n e 20 fotografie a colori fuori testo, rilegato

ISBN: 9788879895613
€ 19,63
Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Annibale Carracci (1560-1609), il pittore celebrato dai suoi contemporanei come il nuovo Raffaello e nei secoli successivi considerato uno dei maggiori artisti di ogni tempo, trascorse a Roma gli anni della maturità eseguendovi diverse opere, tra cui spiccano per importanza i cicli ad affresco di due cruciali ambienti di Palazzo Farnese: il Camerino e la Galleria. A partire da una ricostruzione del percorso carraccesco, fondata in larga parte su una nuova lettura delle fonti critiche e in particolare delle posizioni di Giovanni Battista Agucchi, che fu il primo e maggior sostenitore dell'artista, il libro propone di leggere l'attività romana di Annibale non come astratta adesione all'ideale classico raffaellesco, quale solitamente viene intesa, ma come il momento culminante della ricerca di un linguaggio stilistico «italiano» che egli, in sintonia con il fratello Agostino, conduceva attraverso il confronto con i grandi modelli cinquecenteschi di Tiziano, Correggio, Raffaello, Michelangelo. In questo nuovo panorama critico viene discussa la datazione corrente del Camerino e della Galleria Farnese e di altre opere eseguite a Roma da Annibale, con la conseguente rilettura dei suoi scambi con Caravaggio, che in questa luce appaiono molto più serrati e si rivelano determinanti per il percorso stilistico di entrambi. L'analisi dettagliata della decorazione del Camerino Farnese, che si avvale di una nuova campagna fotografica, appositamente realizzata per questo volume da Pino dell'Aquila, permette all'autrice di ricostruire per la prima volta la storia della conservazione degli affreschi e di proporre un'inedita ipotesi relativa alla loro attribuzione e datazione. Attraverso un riesame dei documenti e delle fonti, celebri e meno note, il libro suggerisce inoltre una nuova interpretazione del significato degli affreschi della Galleria, che consente di considerare diversamente anche la cronologia di quell'impresa.

INDICE

I. Cenni sulla fortuna critica di Annibale Carracci

1. Esclusioni, riscoperte 2. Espressionismo e ideale classico 3. Il progetto italiano dei Carracci 4. Contrapposizioni 5. Genere «basso» 6. Gli anni romani di Annibale Carracci

II. Il Camerino Farnese

1. La collocazione del Camerino nel percorso di Annibale Carracci 2. Disomogeneità stilistiche 3. La presenza di Agostino 4. Lo stato di conservazione 5. Le lettere 6. Le fonti sul Camerino Farnese

III. La Galleria Farnese

1. Rilettura dei dati emersi dalle recenti indagini sulla Galleria Farnese 2. Ritorno a Correggio 3. Annibale e Caravaggio 4. Il 1599 5. Il 1600 6. Iconografia della Galleria Farnese 7. Annibale e la bottega all'apertura del nuovo secolo

Indice delle tavole fuori testo

Autore

Silvia Ginzburg Carignani

Silvia GINZBURG CARIGNANI (Pisa 1962) ha studiato a Roma, Firenze, Pisa e Siena. Lavora da anni sulla cultura dei primi sostenitori dei Carracci, sulla figura di Giovanni Battista Agucchi e sull'opera di Annibale, argomenti ai quali ha dedicato diversi contributi. Si occupa inoltre dei rapporti tra l'Italia e la Francia nel Seicento e lavora ad alcuni progetti per lo studio delle fonti storico-artistiche, in particolare dell'Italia meridionale. È attualmente docente a contratto presso l'Università della Calabria.

Recensioni
di Patrizia Zambrano, diario, 09/02/2001

Tesori d'ambasciata