Responsive image
Marino Freschi

Goethe

L'insidia della modernità

Saggi. Arti e lettere
1999, pp. 240

ISBN: 9788879894968
€ 16,53 -5% € 15,70
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 15,70
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

L'esperienza umana e letteraria di Goethe è stata davvero straordinaria. Non è esagerato dire che nella sua vicenda biografica si condensa uno dei nodi cruciali di tutta la nostra cultura. In questo libro, in assoluto equilibrio tra rigore e racconto, Marino Freschi istituisce un rapporto diretto con l'autore del "Faust", ricostruendo anzitutto il clima storico-culturale di quell'epoca che è stata chiamata l'«età di Goethe». La storia della vita di Goethe si dipana così dagli anni dell'infanzia e dell'adolescenza a Francoforte, ancora «goticamente» medievale, all'esperienza con la cultura illuministica e rococò a Lipsia, passando poi all'illuminazione della propria vocazione poetica a Strasburgo. E' qui che sorge lo "Sturm und Drang", culminato nella epocale intuizione dell'insidia nichilistica che pervade la modernità. Una tale crisi, cruciale per la storia spirituale della cultura tedesca ed europea, ha sollecitato l'attenta e insieme travolgente raffigurazione del "Werther". La sofferta riflessione sull'inquietudine stürmeriana si risolve nella geniale accettazione di collaborare al governo del ducato di Weimar, proponendo un audace esperimento di cooperazione tra aristocrazia illuminata e borghesia intellettuale, confortata dagli ideali di fratellanza mediati dalla concezione massonica della "Humanität". La presa di coscienza dei cospicui limiti del tentativo weimariano, nonché la profonda crisi con l'amata, la gelida signora von Stein, cospirano per la straordinaria svolta determinata dalla fuga in Italia del 1786. Il lungo soggiorno romano, decisivo per la scoperta della classicità, significa per Goethe l'incontro con la fisicità del vissuto, nella ritrovata fiducia dell'attività poetica. Il ritorno a Weimar negli anni della Rivoluzione francese è connotato da un orgoglioso rifiuto di aderire alle mode francesizzanti, nonché di cedere a quella disgregazione spirituale che per Goethe affonda le proprie radici nel mondo sotterraneo dell'occultismo e della magia. La biografia critica di Marino Freschi propone dunque un'immagine di Goethe quale interprete e protagonista della cultura della modernità, che ha sollevato interrogazioni ancora oggi essenziali, al livello artistico, filosofico, scientifico e politico.

Autore

Marino Freschi

Marino FRESCHI, ordinario di Letteratura tedesca all'Università di Roma Tre, è autore di numerose opere di germanistica. Tra le più recenti Introduzione a Kafka (Laterza), La letteratura del Terzo Reich (Editori Riuniti), La Vienna di fine secolo (Editori Riuniti). Ha curato inoltre nel 1998 i due volumi della Storia della civiltà letteraria tedesca (Utet). Attivo come critico letterario, dirige dal 1994 l'unica rivista italiana di letteratura tedesca, «Cultura tedesca», edita da Donzelli editore.

Recensioni
di Andrea Casalegno, Il Sole 24 ore, 14/11/1999

Le trame occulte della Rivoluzione francese