Responsive image
Didier Daeninckx

Il gigante di carta

Traduzione di Maria Baiocchi

Narrativa (prima serie)
1999, pp. 173

ISBN: 9788879894777
€ 12,91
Esaurito Esaurito Esaurito
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

E' quasi Carnevale. Uno strano delitto scuote una cittadina delle Fiandre francesi: le vittime sono una giovane donna e un gigante di cartapesta, anch'esso trafitto da una pallottola che gli ha mandato in frantumi la testa. Il presunto colpevole - debitamente arrestato - muore suicida in un manicomio criminale, lasciando una cassetta con la sua confessione, accompagnata dalle note di una famosa canzone di John Lennon. Il caso è chiuso. Tutti i tasselli sono al posto giusto. O almeno sembra. Non la pensa così l'ispettore Cadin - protagonista di tanti romanzi di Daeninckx - che quasi controvoglia si butta in questa storia vischiosa. Intorno a lui la provincia francese, impietosamente fotografata: vi si respira un'aria di stagnazione morale e materiale, tra emarginazione e droga da una parte, e corruzione e potere dall'altra. Un giallo minimalista, ossessivo nella sua precisione descrittiva, ambientato in un posto di "normale" squallore, dove non succede nulla di eclatante, e la realtà è così complicata, così priva di indizi, che catturarne il senso sembra ormai lo sport bizzarro di un solitario ispettore di polizia sull'orlo della depressione. Un classico di Daeninckx, maestro delle atmosfere, che grazie a Cadin ci aiuta a non smarrirci nella foschia del Nord, tra le nebbie di una società che ama rinserrarsi nei propri segreti.

Autore

Didier Daeninckx

Didier Daeninckx è nato nel 1949 a Saint-Denis. Per diversi anni ha fatto l’operaio tipografo; poi, nel 1975, ha cominciato a collaborare con giornali di provincia. Nel 1984 ha pubblicato il suo primo poliziesco, A futura memoria. L’anno successivo è uscito il romanzo che lo ha rivelato al pubblico e alla critica: Il gigante di carta (traduzione italiana, Donzelli 1999). Da allora ha scritto una trentina di «gialli», alcuni romanzi (Off limits, Donzelli 1995), e soprattutto una serie di racconti (Play-back, Donzelli 1994), genere nel quale trova la sua cifra più alta.

Recensioni
di Geraldina Colotti, Il Manifesto, 24/07/1999

Il gigante di carta