Responsive image
Alain Caillé

Trenta tesi per la sinistra

Introduzione, cura e traduzione di Carlo Grassi

Interventi
1997, pp. XIV-82

ISBN: 9788879893442
€ 8,26
Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Trenta tesi che cercano di rispondere ad altrettanti quesiti fondamentali; che pongono altrettanti, e forse più, argomenti di discussione. Ma che ruotano - tutte - intorno ad una questione decisiva: è possibile riconoscersi ancora nel nome e nel punto di vista della sinistra? E se è possibile, può la sinistra opporsi all'ultraliberismo dilagante che in nome di un libero mercato sta cercando di prendere la guida dei processi di globalizzazione? Non solo è possibile, ma appare sempre più necessario - sostiene Alain Caillé, fondatore e animatore in Francia del movimento antiutilitarista nelle scienze sociali - a patto che la sinistra sia in grado di rinnovare il proprio patrimonio simbolico, teorico e critico. Circolate fino ad ora allo stato di bozza nei circuiti intellettuali francesi e italiani, queste Trenta tesi per la sinistra costituiscono un vero e proprio manifesto: un appello a quanti ancora non si rassegnano all'idea di un'espansione indefinita della deregulation economica e del corporativismo burocratico, o ad un sistema sociale che vede un'esplosione scandalosa delle diseguaglianze. Attorno alle Trenta tesi si è subito sviluppato un acceso dibattito. Tra le voci più autorevoli, quelle di Franco Cassano, Roberto Esposito, Serge Latouche ed Eligio Resta, che vengono qui proposte come commento alle posizioni dell'autore. Un'introduzione di Carlo Grassi presenta la discussione e confronta i differenti punti di vista.

Autore

Alain Caillé

Alain CAILLÉ, sociologo ed economista, dirige la «Revue du mauss», e insegna all'Università Paris X - Nanterre. Molti dei suoi ultimi lavori sono tradotti in italiano; tra questi ricordiamo: Mitologia delle scienze sociali, Torino 1989; Critica dell'utilitarismo, Torino 1991; Il tramonto del politico, Bari 1995

Recensioni
di Luigi Arata, Liberazione, 25/11/1997

Uguaglianza alla buona