Responsive image
Gillo Dorfles

Conformisti

Saggine, n. 26
1997, pp. 96

ISBN: 9788879893275
€ 7,75 -5% € 7,36
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 7,36
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

«Il conformismo è peggio del fanatismo, dell'esibizionismo, del populismo, del laicismo e del misticismo. O forse, in un certo senso, li comprende tutti».

Si aggira attorno a noi; lo sfioriamo per la strada; ci sta davanti nella coda dal tabaccaio, e ci siede accanto al concerto di musica classica (agitando la mano come se fosse lui a dirigere l'orchestra). Ma chi è il conformista? Come e quando si diventa tali? Perché ciascuno di noi viene più o meno sistematicamente coinvolto da questa irresistibile voglia di appiattimento, di mimetismo, di omologazione? E quali sono i tratti specifici del «nostro» conformismo, di quello di questa Italia di fine secolo? La critica «estetica» del conformismo trascolora, in questo sagace pamphlet condotto con spirito brillante e con sorniona ironia, in un giudizio più profondo e sottostante, di natura etica. Non c’è dubbio: il conformismo è la morte dell'autenticità; in qualche modo è peggio del fanatismo, dell'esibizionismo, del populismo, del laicismo e del misticismo... o forse, in un certo senso, li comprende tutti.

Autore

Gillo Dorfles

Gillo DORFLES è nato a Trieste; già ordinario di Estetica nelle Università di Milano, Cagliari, Trieste, e Visiting Professor in alcune Università straniere, è autore di numerosi volumi dedicati all'estetica, alla critica d'arte e al costume, molti dei quali tradotti nelle principali lingue straniere. Tra gli ultimi pubblicati si ricordano: L'intervallo perduto (1982), L'elogio della disarmonia (1987), Il feticcio quotidiano (1988), Preferenze critiche (1993).