Responsive image
Marcello Maddalena

Meno grazia, più giustizia

Conversazione con Marco Travaglio. Presentazione di Piercamillo Davigo

Interventi
1997, pp. 165

ISBN: 9788879893176
€ 9,30 -5% € 8,83
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 8,83
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Uscire da Tangentopoli? «Per molti il problema sembra essere piuttosto quello di uscire da Mani pulite». Troppe inchieste? «Troppi reati». Eccessi della carcerazione preventiva? «E gli eccessi della scarcerazione?». Uno degli uomini-simbolo della magistratura intransigente difende a spada tratta l'operato dei giudici. Anzi, attacca. Con piglio radicale, racconta esperienze, cita dati di fatto, raccorda e connette episodi sparsi nella nostra memoria. Ne esce uno spaccato del mestiere del giudice, e in particolare del «pm», in questo difficile passaggio italiano. Un mestiere di cui tutti ormai si sentono autorizzati a discutere, ma la cui percezione viene distorta da una enorme quantità di luoghi comuni. Visti da chi la toga la indossa, i problemi della giustizia italiana - le garanzie per la difesa, la separazione delle carriere dei magistrati, la legislazione premiale per i pentiti, la tutela dei diritti di libertà, l'autonomia dell'ordine giudiziario - si presentano come una battaglia aperta e difficile, il cui scopo finale è la riconquista della efficienza della sanzione, pur nel rispetto più assoluto della correttezza e del garantismo. Il garantismo vero, non quello «all'italiana, che assolve i colpevoli e condanna gli innocenti».

Autore

Marcello Maddalena

Marcello MADDALENA, 56 anni, nato a Treviso e torinese d'adozione, è in magistratura dal 1967. Prima giudice istruttore e poi pm, già membro del Consiglio superiore della magistratura e segretario nazionale dell'Associazione nazionale magistrati, dal 1990 è procuratore aggiunto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino. Marco TRAVAGLIO, 33 anni, torinese, è stato redattore del «Giornale» e poi della «Voce» di Indro Montanelli. Attualmente collabora con «Il Giorno», «Sette» e «Il Messaggero».