Responsive image
Marshall Sahlins

Capitan Cook, per esempio

Le Hawaii, gli antropologi, i «nativi»

A cura di Francesca Giusti

Saggi. Storia e scienze sociali
1997, pp. XVI-287

ISBN: 9788879892131
€ 19,63
Esaurito Esaurito Esaurito
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Davvero gli hawaiani credettero che capitan Cook, giunto nella loro isola nel 1779 con due grandi navi, fosse l'incarnazione di un loro dio, venuto dal mare per celebrare insieme a loro l'Anno nuovo? O piuttosto gli abitanti di quel lontano arcipelago erano troppo pratici, razionali e realistici per poter scambiare un capitano britannico per una divinità locale? È quest'ultima la tesi avanzata da Obeyesekere, un antropologo anch'egli nato in un contesto non occidentale, che ha di recente - e con forte carica polemica - messo in radicale discussione le tesi fin qui avanzate da Marshall Sahlins. In questo libro il grande antropologo risponde alle accuse con un piglio polemico appassionato e vibrante, che non cerca riparo dietro la sua pur indiscussa autorevolezza. La posta in gioco è infatti assai più alta di quanto non sia la rilettura dello specifico episodio della morte di Cook, e comprende interrogativi cruciali per l'intera disciplina: è possibile per degli antropologi occidentali descrivere adeguatamente la cultura di popolazioni non occidentali? È possibile davvero capire, da parte di persone esterne, «come pensano i nativi?». L'autodifesa di Sahlins si trasforma in un vero e proprio contrattacco: attraverso la riaffermazione del valore della storia e la sottolineatura del peso delle differenze culturali, Sahlins rivendica insieme la legittimità di un punto di vista «non realistico» da parte delle popolazioni hawaiane e la possibilità per l'antropologo occidentale di comprendere culture anche molto diverse dalla sua. Di là da ogni presunta omologazione, o al contrario da ogni pretesa impossibilità di dialogo, Sahlins difende dunque la legittimità stessa del punto di vista antropologico, l'aspirazione a capire «l'altro», senza annullarne o disconoscerne le differenze.

Autore

Marshall Sahlins

Marshall SAHLINS è professore emerito di Antropologia all'Università di Chicago e membro dell'Accademia delle scienze degli Stati Uniti. Tra i suoi precedenti lavori sulle popolazioni hawaiane ai tempi di Cook, il poderoso volume Anahulu: the Anthropology and History of the Kingdom of Hawaii (con Patrick Kirch), e i saggi raccolti anche in traduzione italiana con il titolo Isole di storia (Torino 1986). In italiano sono comparsi anche L'economia dell'età della pietra (Milano 1980), e Cultura e utilità (Milano 1982).

Recensioni
di Francesco Ronzon, L'INDICE dei libri del mese, 01/03/1998

Saggezza dell'etnografo e razionalità dei nativi