Responsive image

Filosofia, politica, società

Annali di etica pubblica 1/1995

Sebastiano MAFFETTONE e Salvatore VECA (a cura di)

Saggi di A. BESUSSI, A. E. GALEOTTI, E. GRANAGLIA, E. LECALDANO, S. MAFFETTONE, T. MAGRI, M. MORI, L. SACCONI, M. SANTAMBROGIO, S. VECA

Centauri
1995, pp. X-206

ISBN: 9788879891660
€ 19,63 -5% € 18,65
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 18,65
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

I saggi raccolti in questo primo volume degli Annali di etica pubblica - una serie che la casa editrice Donzelli avvia per iniziativa di Sebastiano Maffettone e Salvatore Veca - sono percorsi da un comune denominatore che scaturisce da un intero ventennio di ricerca e di discussione attorno a un tema cruciale: come collegare, appellandosi alla ragione e non all'autorità, la razionalità del sapere scientifico alla passione democratica? E ancora, come tradurre prospettive teoriche in politiche pubbliche che non prescindano dai princìpi e dai valori ma siano anzi ad essi saldamente ancorate? Non è possibile né augurabile continuare a considerare i princìpi e i valori come variabili - di derivazione emotiva o individuale, o ancora, come si usava dire, d'indole sovrastrutturale - senza rischiare di approfondire ulteriormente il divario tra razionalità teorica e scelta politica. In questi saggi, dedicati a filosofia, politica e società, la dimensione politica della riflessione teorica si fa concreto ragionamento sul rapporto tra la politica e le politiche, ovvero tra i princìpi filosofici di etica pubblica e i metodi e gli strumenti in grado di realizzarli. La via verso la piena legittimazione scientifica dell'etica pubblica non è stata facile, e numerose sono in questo volume le tracce che ne ricostruiscono i percorsi principali, chiusi tra il pragmatismo amorale della politica e il dogmatismo immorale dell'accademia. Ma non è, oggi, infondato nutrire qualche speranza attorno alla capacità di convincimento di un'idea semplice quanto fondamentale: che l'azione politica possa essere guidata da una concezione seria e meditata dell'etica pubblica.