Responsive image
Giorgio Vasari

I capolavori del Rinascimento raccontati da me

La pittura

Introduzioni, traduzioni e commenti di Claudio Donzelli

meledonzelli
2019, pp. XIV-274, con tavole a colori nel testo

ISBN: 9788868439606
€ 30,00 -5% € 28,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 28,50
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Dalle Storie della Vera Croce di Piero della Francesca al Cenacolo di Leonardo; dalle Stanze Vaticane di Raffaello alla Volta della Sistina di Michelangelo: undici capolavori raccontati dall’«inventore» del canone del Rinascimento.

L’arte italiana del Rinascimento ha un debito di riconoscenza nei confronti di Giorgio Vasari. Del Rinascimento Vasari è stato un esponente di primo piano, impegnato, sul finire di quella grande stagione, in imprese architettoniche e pittoriche di grande rilievo, come i dipinti del Palazzo della Cancelleria a Roma, o la ristrutturazione di Palazzo Vecchio con la costruzione degli Uffizi a Firenze. Ma Vasari ha fatto di più: ha dato un contributo decisivo all’invenzione di quel «mondo» che da lì in avanti si è definito, appunto, come il mondo del Rinascimento. È stato, se non l’unico, di certo il più coerente tra gli scrittori coevi nel perseguire il geniale disegno di raccontare la biografia degli artisti attraverso l’evoluzione del loro stile. Si è trattato di un vero e proprio salto di qualità nella storia dell’arte e nella critica d’arte. La novità di Vasari sta nella ricerca di un nesso tra la vicenda biografica e l’esito artistico: incardinare le opere alla vicenda biografica dei loro realizzatori, situandole nel cuore stesso delle loro interazioni con gli amici, gli avversari, gli allievi, i committenti; in una parola, far entrare le Opere nelle Vite. Per penetrare in quel mondo, Vasari ha inventato un metodo di lavoro, a sostegno della sua messa in scena: ha raccolto tutte le informazioni, i riscontri, le testimonianze possibili, ha collezionato e schedato circa duemila disegni, costruendosi così un prezioso catalogo visivo, una sorta di database ante litteram. Questo sforzo di indagine, questo lavoro di lettura e catalogazione, non era condotto né con intento banalmente cronistico, né tanto meno con equidistanza di giudizi. Vasari è stato un critico militante, ha scelto con appassionata partigianeria la linea fiorentina; operazione, questa, che ha lasciato sul campo molti caduti tra gli avversari, e che ha perseguito lucidamente la costruzione di un canone. A ben vedere, quel canone, con le sue precise e dichiarate esclusioni e inclusioni, ha rappresentato in effetti, nelle due stesure delle Vite degli artisti, il criterio per l’individuazione dei capolavori assoluti in cui si è incarnato lo spirito del Rinascimento. Si tratta di un numero limitato di opere di altissima qualità alle quali il maestro ha voluto dedicare il privilegio di un racconto in presa diretta. Questo volume riunisce, in altrettanti capitoli, gli undici capolavori della pittura cui Vasari ha prestato maggiore attenzione. In ciascun capitolo il lettore troverà il testo vasariano tratto dalla seconda edizione delle Vite, accompagnato dalla traduzione in italiano moderno e da una ricchissima documentazione d’immagini dei capolavori in questione, delle opere correlate e dei disegni preparatori. In ciascun capitolo, inoltre, l’introduzione e la nota di commento al testo vasariano del curatore fanno il punto sulla lettura proposta da Vasari, segnalano gli eventuali errori di fatto, le attribuzioni controverse, i passaggi messi in discussione dalla critica successiva, fino alla più recente.

Autori

Giorgio Vasari

Giorgio Vasari (1511-1574), personaggio poliedrico, collezionista di circa duemila disegni, è stato pittore, architetto e cerimoniere presso grandi famiglie, come i Farnese e i Medici. Le due edizioni delle sue Vite dei più eccellenti pittori, scultori e architetti (1550 e 1568) sono il primo fondamentale testo di storia dell’arte italiana.

Claudio Donzelli

Claudio Donzelli, archeologo e storico dell’arte, ha preso parte a numerose campagne di scavo a Pompei, in Piemonte e in Calabria. Ha insegnato Storia dell’arte nei licei di Torino ed è autore di diversi saggi di archeologia, oltre che di un manuale di Storia della Conservazione dei Beni culturali. Per i tipi della Donzelli, ha curato il precedente volume G. Vasari, I capolavori del Rinascimento raccontati da me. La pittura (2019).

Recensioni
Radio 3 Suite, 26/02/2020

Intervista a Claudio Donzelli