Responsive image
Jan Douwe Van Der Ploeg

Agricoltura e contadini nella Cina d'oggi

Traduzione di Andrea Grechi

Saggi. Storia e scienze sociali
2019, pp. VIII-168

ISBN: 9788868439491
€ 28,00 -15% € 23,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 23,80
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

La Cina ha il sistema agricolo più grande al mondo: in termini di produzione, è al primo posto a livello globale, un risultato che è il frutto di oltre 200 milioni di piccole unità agricole. Questi agricoltori, a fronte di appena il 10% della superficie coltivata del pianeta, generano ben il 20% della produzione alimentare mondiale. L’agricoltura cinese si distingue anche per l’impressionante tasso di sviluppo: la produzione e la produttività sono cresciute andando di pari passo con uno straordinario alleviamento della povertà rurale. Ma su cosa si basa l’eccellenza dell’agricoltura cinese? Per rispondere a queste domande Jan Douwe van der Ploeg, esperto internazionale di agricoltura e società rurali, ha condotto un accurato lavoro sul campo, che gli ha consentito di entrare in contatto con le famiglie che compongono il tessuto della società rurale cinese e di studiare le loro forme di adattamento a una realtà in continua evoluzione. Questo libro presenta una descrizione vivida dei meccanismi usati dalle famiglie contadine per difendere il loro modo di vivere. Allo stesso tempo, riuscendo ad aumentare la produzione agricola e a migliorare la propria qualità della vita, i contadini cinesi stanno tracciando nuove strade per rispondere ai cambiamenti in atto. Il libro mette in luce l’importanza della politica agricola. Ma è anche un viaggio all’interno del paradigma dell’agricoltura contadina cinese che rappresenta un’importante alternativa al modello di modernizzazione dell’agricoltura occidentale.

Autore

Jan Douwe Van Der Ploeg

Jan Douwe van der Ploeg è professore di sociologia rurale all’Università di Wageningen, in Olanda, e alla China Agricultural University di Pechino. È stato consulente del ministero italiano dell’Agricoltura e collabora attivamente con la Comunità europea in svariati progetti di ricerca sull’impatto socio-economico dei processi rurali. È autore di numerosi lavori sullo sviluppo rurale, l’agricoltura contadina e l’impatto delle trasformazioni tecnologiche nel mondo agricolo. Con Donzelli ha pubblicato I nuovi contadini (2009, 2015).