Responsive image
Maria Serena Palieri

Radio Cairo

L'avventurosa vita di Fausta Cialente in Egitto

meledonzelli
2018, pp. VIII-248

ISBN: 9788868437640
€ 25,00 -15% € 21,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 21,25
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Altre edizioni
Scheda libro

«Questo mio giornale di guerra mi pento d’averlo fatto e poi anche conservato. Rientrarvi, per me, significa buttarmi dentro le fiamme d’un piccolo inferno – perché le guerre sono inferno e gli uomini in guerra sono infernali, e non sempre eroi». Fausta Cialente

Un’avventura poco nota, ma straordinaria,quella vissuta al Cairo, negli anni della seconda guerra mondiale, da Fausta Cialente (1898-1994), una tra le più grandi scrittrici italiane del Novecento. Siamo nel 1940 e la futura vincitrice del Premio Strega (nel 1976, con Le quattro ragazze Wieselberger) da tempo ormai vive in Egitto, insieme al marito e alla figlia. Voce importante dell’antifascismo nel paese africano, dopo l’entrata in guerra dell’Italia, intenzionata a svolgere un ruolo più attivo, decide di collaborare con la contropropaganda britannica che ha sede al Cairo. Lascia quindi la famiglia ad Alessandria e si trasferisce nella metropoli cairota, dove intraprende quella che si rivelerà un’esperienza totalizzante, tanto da farle dimenticare per alcuni anni di essere una scrittrice. Capitale di uno Stato ufficialmente non in guerra, base cruciale per gli Alleati e rifugio per i fuorusciti dei paesi dell’Asse, Il Cairo è un ambiente cosmopolita, una zona franca dove la vita mondana è rinvigorita dalla presenza delle alte gerarchie militari e le giornate sono scandite da cocktail, ricevimenti e vernissage: le acque ideali, insomma, per i pesci grossi e piccoli dello spionaggio. E in quelle acque Fausta imparerà a nuotare: decisa, ma sfuggente come un’anguilla. In un’attenta e appassionata ricostruzione biografica, Maria Serena Palieri mette in scena quegli anni egiziani, con l’aiuto della stessa protagonista. Per la prima volta, infatti, vedono la luce in questo volume stralci dei diari tenuti allora da Fausta Cialente – oggi conservati nel Centro Manoscritti di Pavia –, che ci consentono di avvicinarci al mondo intimo di una scrittrice che della riservatezza ha fatto la parola d’ordine. Quello che si apre davanti a noi è un quadro vivissimo e impietoso dello scenario cairota dell’epoca, in cui non mancano ambiguità e insidie, e un autoritratto senza veli della donna che vi prende parte: pagine in cui la passione civile si alterna a un’ironia tagliente e ricca di brio. Dal ’41 al ’47 Fausta scrive, coordina e conduce una trasmissione quotidiana su Radio Cairo, produce materiale per i volantini della Raf, dirige un giornale, vive una tormentata relazione con un capitano dell’esercito britannico, è inviata in missione in Palestina. In questa battaglia contro le fake news dell’Asse non mancano le difficoltà. A sue spese, la scrittrice imparerà a muoversi fra le diverse anime della «Resistenza lontana» e a contrastare i tentativi di censura da parte inglese: gli ostacoli – confesserà – «svegliarono una persona che non avrei mai supposto di poter essere con tutta la malizia, l’arroganza, la capacità d’intrigo e di aggressione che richiedevano la quotidiana difesa dell’indipendenza e dell’efficienza del nostro lavoro». Riannodando gli anni egiziani a quelli dell’infanzia e della maturità – attraverso articoli, lettere, romanzi, interviste –, il libro racconta le tappe di un’intera esistenza: gli amori, la figlia, l’affetto per il fratello Renato (uno dei più grandi attori dell’epoca) e il dolore per la sua improvvisa perdita, le prime prove narrative, il successo, il giornalismo, i viaggi. Prende forma, in queste pagine, il destino di una nomade, lo spirito irrequieto e irriverente di una grande scrittrice.

Autore

Maria Serena Palieri

Maria Serena Palieri, giornalista e saggista, ha lavorato per un trentennio all’«Unità». È tra le autrici, per il Mulino, delle opere collettive Donne del Risorgimento (2011), Donne nella Grande Guerra (2014), Donne della Repubblica (2016) e Donne nel Sessantotto (2018). Con Domenico De Masi ha realizzato Ozio creativo (Rizzoli, 1995). Per Iacobelli è in uscita il suo saggio Amore è una parola.

Recensioni
Maria Vittoria Vittori, Leggendaria, 01/09/2018

GLI ANNI DELLA SCRITTRICE IN GUERRA

Renato Minore, La città, 26/08/2018

RADIO CAIRO, SE È DONNA LA VOCE DELLA LIBERTÀ

Irene Bignardi, Venerdì di Repubblica, 17/08/2018

FAUSTA CIALENTE E L'AVVENTURINA COMICA DI UNA NOTTE AL CAIRO

Paolo Marcolin, Il Piccolo, 01/08/2018

LA RADIO SEGRETA DI DI FAUSTA CIALENTE

Renato Minore, Il Messaggero, 17/06/2018

FAUSTA CIALENTE E IL MICROFONO DI UNA VOCE CRITICA

Titti Marrone, Il Mattino, 02/06/2018

CIALENTE, RITRATTO DI SCRITTRICE AVVENTUROSA

Francesco Erbani, La Repubblica, 14/05/2018

LA VOCE DI DONNA CHE SFIDAVA I FASCISTI

Francesca Rigotti, Domenica - Il Sole 24 Ore, 13/05/2018

UNA VOCE ANTIFASCISTA DAL CAIRO

Claudia Arletti, Il Venerdì di Repubblica, 11/05/2018

LA GUERRA DI FAUSTA ATTRAVERSO LA RADIO

Radio 3 - Qui comincia, 09/05/2018

L'AVVENTUROSA VITA DI FAUSTA CIALENTE IN EGITTO

Anna Longo, GR Radio 3 (min. 8.53), 24/04/2018

Intervista a Maria Serena Palieri

Paolo Grieco, Giornale di Brescia, 23/04/2018

L'AVVENTUROSA VITA DI FAUSTA CIALENTE IN EGITTO

Elisabetta Bolondi, Sololibri, 19/04/2018

«Radio Cairo» di Maria Serena Palieri