Responsive image
Vanessa Bell

La nostra Bloomsbury

Io, mia sorella Virginia e gli altri

A cura di Lia Giachero. Prologo di Angelica Garnett

Saggine, n. 290
2017, pp. XLIV-148

ISBN: 9788868436247
€ 20,00 -15% € 17,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 17,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Altre edizioni
Scheda libro

«Non riesco a ricordarmi di un tempo della nostra vita in cui Virginia non abbia voluto fare la scrittrice e io la pittrice. Così ognuna se ne sarebbe andata per la propria strada e comunque sarebbe venuto meno un motivo di rivalità».

Vanessa Bell è una delle figure più moderne e affascinanti del Circolo di Bloomsbury: libera e anticonformista, artista ribelle, decide insieme alla sorella Virginia Woolf di sfidare il mondo borghese in cui era nata, quell’Inghilterra vittoriana che voleva le donne madri, mogli e angeli del focolare. Come ci raccontano queste pagine autobiografiche, proposte per la prima volta al lettore italiano, Vanessa e Virginia scelgono molto presto quale sarà la loro strada: Vanessa, la più grande, diventerà una pittrice, mentre Virginia farà della penna il suo strumento di emancipazione. Alla morte dei genitori, le due ragazze lasciano la casa di Hyde Park Gate per trasferirsi in un quartiere bohémien di Londra, dove daranno vita, insieme all’amato fratello Thoby, al Circolo di Bloomsbury: un gruppo di giovani che avrebbe influenzato profondamente la cultura del Novecento. John Maynard Keynes, Morgan Forster, Roger Fry, Lytton Strachey, Clive Bell e Duncan Grant sono solo alcuni dei personaggi che frequentano le riunioni del giovedì sera, dove si parla di arte, politica, letteratura e di libero amore. Vanessa ci offre una testimonianza diretta di quel mondo: attraverso questi ricordi – veri e propri «frammenti di un’autobiografia che non è mai stata scritta», come li definisce sua figlia Angelica Garnett nel prologo del volume – ritroviamo non solo il Circolo di Bloomsbury, ma anche il legame con la sorella Virginia, basato su una grande corrispondenza emotiva e artistica. Oltre a Virginia, un posto d’onore in questi scritti è ricoperto da Roger Fry, amico, maestro e amante di Vanessa, il cui ricordo diventa anche un’occasione per parlare del proprio rapporto con l’arte.

Autori

Vanessa Bell

Vanessa Bell nacque a Londra nel 1879, prima figlia di Leslie e Julia Stephen. Sorella di Virginia Woolf e moglie di Clive Bell, fu una pittrice vitale e innovativa, tra i primi artisti inglesi a recepire il grande messaggio della pittura delle avanguardie francesi novecentesche. Alcune delle sue opere sono conservate alla Tate Gallery di Londra. A partire dallo scoppio della prima guerra mondiale visse a Charleston, una casa nella campagna inglese divenuta punto di riferimento del suo nutrito gruppo di amici. Fu madre di Julian e Quentin, avuti da Clive Bell, e Angelica, figlia del grande e tormentato amore con l’artista Duncan Grant. Morì nel 1961, vent’anni dopo sua sorella Virginia.

Lia Giachero

Lia Giachero è dottore di ricerca in Storia e critica dei Beni artistici e ambientali. I suoi studi sono incentrati sulle figure femminili nell’avanguardia europea con particolare attenzione alle futuriste e alle donne del Bloomsbury Group. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: L’ape regina di Bloomsbury (Selene, 2001) e Donne, mito e politica (con L. Brignoli e S. Giorcelli Bersani, Iacobelli, 2012).

Recensioni
Elisa Fabbri, Gazzetta di Parma, 17/09/2017

VANESSA, LA SORELLA DI VIRGINIA WOOLF

Mario Fortunato, L'Espresso, 10/09/2017

MEMORIE DA BLOOMSBURY

Nadia Fusini, Robinson - La Repubblica, 30/07/2017

INCROCI PERICOLOSI TRA ARTE E LIBERTÀ

Eleonora Barbieri, il Giornale, 16/07/2017

IO, VIRGINIA E LYTTON STRACHEY COSÌ È NATO IL BLOOMSBURY

Paolo Di Paolo, Vanity Fair, 12/07/2017

VIRGINIA PER SEMPRE