Responsive image
Edoardo «Mimmo» Parvopassu

Le nuvole che lasciano il segno

A cura di Mariapia Donat-Cattin

Fuori collana
2016, pp. XIV-160

ISBN: 9788868434946
€ 15,00 -5% € 14,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 14,25
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Le nuvole che cadono fanno un rumore che altrove non si sente. Parlo delle nuvole piene dei sogni evaporati per disuso e di incanti lunghi accantonati provvisoriamente più che di disincanti senza voce, nuvole pesanti ancora di memorie e progetti. Meno male che quando vengono giù queste nuvole graffiano l’aria perché così lasciano il segno.

Autore

Edoardo «Mimmo» Parvopassu

Edoardo «Mimmo» Parvopassu nasce a Casale Monferrato il 16 settembre 1945. Frequenta il Liceo classico «Cesare Balbo» e negli stessi anni il Movimento di Gioventù Studentesca, di ispirazione cattolica, da cui prenderà pubblicamente le distanze sul finire degli anni sessanta. Nel 1963 fonda la compagnia teatrale «Instabile di Casale». Nel 1964 si iscrive a Giurisprudenza all’Università di Pavia, ma non completerà mai gli studi. Nel febbraio 1968, con un gruppo di universitari ex FUCI fonda «Il gruppo 60», il cui manifesto viene pubblicato in Contro la chiesa di classe, a cura di Marco Boato, nel maggio 1969. In quello stesso anno, perde prematuramente il padre. Dal 1970 lavora in varie librerie di Torino, dove si è da poco trasferito; dal 1979 rappresenterà in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta prima Mondadori, poi il Mulino, Feltrinelli, Sellerio. Nel 1972 si sposa con Olimpia Patria, alla quale sono dedicate molte di queste poesie, e dalla cui unione nascono Marco e Anna. Nel 1979 l’improvvisa morte della madre lo influenzerà nella scrittura soprattutto di racconti. Alcuni di essi appariranno su «LN-Libri Nuovi», trimestrale di attualità libraria pubblicato a Torino dal 1997 al 2010. Muore a Torino il 2 ottobre 2013.

Recensioni
un ricordo firmato da Silvio Campus, 05/12/2016

Le parole che lasciano il segno