Responsive image
Giuseppe Pitrè

Cola Pesce

e altre fiabe e leggende popolari siciliane

Edizione integrale tradotta dal siciliano e curata da Bianca Lazzaro. Illustrazioni di Fabian Negrin

Fiabe e storie
2016, pp. XXIV-330, illustrazioni a colori, rilegato

ISBN: 9788868434472
€ 30,00 -15% € 25,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 25,50
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

«Cola si tuffa in mare, osserva tutto quanto e torna a galla: “Maestà, sapete che c’è? Una caverna con dentro un grande fuoco”».

Nel cuore azzurro del Mediterraneo c’è un’isola del tesoro, anzi, dei tesori: è infatti dalla Sicilia che ci arriva l’ultimo prezioso repertorio di fiabe e storie popolari che il grande maestro Giuseppe Pitrè ha sottratto all’oblio più di cento anni fa, trascrivendo parola per parola altre centosettantatré storie ascoltate dai popolani. Dopo il successo delle trecento fiabe sgorgate dal Pozzo delle meraviglie (2013), la Donzelli getta di nuovo in acqua la lenza per ripescare un altro forziere di trame incantate e dimenticate. Questa volta l’amo si cala negli abissi mediterranei, per portare in superficie storie e personaggi suggestivi come quel Cola Pesce di cui la raccolta offre al lettore ben diciassette diverse storie. Talvolta bambino e talvolta uomo, Cola è una creatura per metà umana e per metà marina, a cui un re o una regina divorati dalla curiosità chiederanno di scoprire cosa si celi nei fondali dell’isola e su cosa poggi l’intera Sicilia. Il filo del racconto si tende tra il mito classico – che rimanda ai mostri marini di Scilla e Cariddi sfidati da Ulisse nel suo passaggio dello Stretto di Messina – e la leggenda popolare, che tramandandosi di bocca in bocca si arricchisce di anelli, di coppe, di spade preziose inabissate tra i flutti, di caverne sottomarine da cui sgorga il fuoco dell’Etna, di colonne incrinate e pericolanti, di verghe o lenticchie che tornano a galla sfuggendo alla presa del pesce-uomo annegato. Non a caso, la storia di Cola Pesce fu scelta da Calvino tra le più belle destinate alla sua raccolta di Fiabe italiane. Accanto a Cola Pesce, il lettore troverà vecchie conoscenze come Giufà e Ferrazzano, e un corteo di reginelle capricciose e reucci gabbati, colombe fatate e asini che si chiedono perché le loro orecchie sono tanto lunghe, santi malandrini e popolani astuti; con un rutilante corredo di aneddoti, motti, facezie e proverbi dal sapore antico e la freschezza moderna. Tornate a galla dopo più di un secolo, queste fiabe vengono qui per la prima volta tradotte in italiano dall’originario dialetto siciliano da Bianca Lazzaro e illustrate dalla mano di Fabian Negrin, che ci offre una lettura contemporanea di straordinaria forza evocativa. Non c’era modo migliore per celebrare il centennale della morte di Giuseppe Pitrè, scomparso il 10 aprile del 1916.

Autori

Giuseppe Pitre'

Giuseppe Pitrè fu il più importante raccoglitore e studioso europeo di tradizioni popolari del XIX secolo. Medico di professione, e folklorista per vocazione, sin dagli anni giovanili intraprese un’intensa attività di raccolta di ogni possibile materiale: canti, proverbi, giochi, usanze, indovinelli e soprattutto fiabe. Questo immane sforzo cominciò a concretizzarsi, a partire dal 1870, nella realizzazione di una monumentale opera in 25 volumi, la «Biblioteca delle tradizioni popolari siciliane». Di questa serie fanno parte i quattro volumi di Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani, editi nel 1875. Assiduo corrispondente dei maggiori studiosi del mondo, nel 1910 l’Università di Palermo gli affidò la prima cattedra di Demopsicologia, disciplina di cui fu il riconosciuto fondatore.

Bianca Lazzaro

Bianca Lazzaro, traduttrice letteraria e editor, dirige la progettazione dell’area narrativa e degli illustrati della Donzelli editore e coordina la realizzazione dei volumi della collana «Fiabe e storie», insignita del Premio Andersen 2011 «per la cura editoriale e la bellezza delle immagini che sovente accompagnano i testi»; per tale collana ha realizzato tra l’altro la prima traduzione italiana della grande raccolta fiabesca in dialetto siciliano di Giuseppe Pitrè. Ha inoltre tradotto grandi autori classici, come Francis Scott Fitzgerald, Rudyard Kipling, Mark Twain, Jane Austen, Oscar Wilde, James M. Barrie, e autori contemporanei come Doris Lessing, Javier Marías, Paco Taibo II, Barack Obama, Nelson Mandela.

Fabian Negrin

Fabian Negrin è nato in Argentina nel 1963. A 18 anni, approdato a Città del Messico, si laurea in Grafica. Nel 1989 si trasferisce a Milano dedicandosi definitivamente all’illustrazione e alla scrittura di libri per ragazzi. Ha ottenuto alcuni dei massimi riconoscimenti internazionali, tra cui il premio Unicef alla Bologna Children’s Book Fair (1995), il Premio Andersen per il miglior illustratore (2000), la Bib Plaque della Biennale di illustrazione di Bratislava (2009) e il Bologna Ragazzi Award Non-Fiction (2010). Per Donzelli ha illustrato alcuni dei volumi più prestigiosi della collana «Fiabe e storie»: Il pozzo delle meraviglie di G. Pitrè (2013), Fiabe e storie di H. C. Andersen (2014), Tutte le fiabe dei fratelli Grimm (2015), Re Pepe e il vento magico di L. Di Francia (2015), Cola Pesce di G. Pitrè (2016) L’Apprendista Stregone di Johann Wolfgang von Goethe (2017).

Recensioni
Milena Bernardi, Alias (Il Manifesto), 15/05/2016

FIABE PER VOCE SICILIANA CARICATE SUL CALESSE DI UN MEDICO-ETNOGRAFO

Roberto Zichittella, Famiglia Cristiana, 08/05/2016

PITRÈ, IL MEDICO CHE RACCOGLIEVA LE FIABE

Faherenheit - Radio tre, 03/05/2016

Il libro del giorno: intervista a Bianca Lazzaro

Fabrizio Scrivano, Il Manifesto, 29/04/2016

L'APE CHE PUNGE SOGNI E DESIDERI

Arianna Di Genova, Il Manifesto, 29/04/2016

IL NOVELLO ULISSE, ESPLORATORE DAL CORPO ANFIBIO

Francesco Musolino, Gazzetta del Sud, 24/04/2016

LA SAI LA STORIA DI COLA PESCE?

Ernesto Ferrero, Domenica - Il sole 24 ore, 24/04/2016

CENT'ANNI SENZA IL MAGO PI-TRE

Mario Pintagro, La Repubblica - Palermo, 15/04/2016

COLAPESCE I MOLTI VOLTI DEL MITO

Delia Parrinello, Il Giornale di Sicilia, 11/04/2016

TRADOTTE IN ITALIANO LEGGENDE E FIABE DI PITRE'

Mauretta Capuano, ANSA, 10/04/2016

Torna Cola Pesce a 100 anni morte Pitré