Responsive image
Giuseppe Soriero

Sud, vent'anni di solitudine

Nuova edizione con una Prefazione di Romano Prodi e una Postfazione dell'autore

Interventi
2015, pp. XXVIII-260

ISBN: 9788868431921
€ 19,50 -5% € 18,52
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 18,52
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Il nostro Mezzogiorno ha bisogno di un «autentico shock culturale, per uscire davvero dalla solitudine», sollecitando le migliori energie che esso è in grado di dispiegare: è questo l’auspicio di Romano Prodi nella sua prefazione a questa nuova edizione del libro di Giuseppe Soriero, definito «una riflessione lucida ed equilibrata, utile ad indirizzare le nuove proposte di sviluppo e di coesione tra Nord e Sud». L’analisi di Soriero, infatti, che muove da una serrata ricostruzione dei vent’anni successivi alla conclusione dell’intervento pubblico straordinario, ripropone all’attenzione della politica questioni cruciali rimaste sinora senza una risposta convincente: si può uscire da vent’anni di solitudine? Il Sud può essere utile anche al Nord? Riusciremo ad alimentare un nuovo dialogo tra le due aree del paese? Il Mezzogiorno è oggi una realtà fragile, in ritardo di sviluppo, bisognosa di superare la spirale dell’assistenzialismo, e contemporaneamente ricca di energie positive. L’intervento straordinario è stato, nel passato, gelosamente tutelato come il mezzo per risvegliare l’economia, ma le premesse su cui si basava si sono dimostrate poi fallaci. Da più parti si ritiene ancora che il Mezzogiorno-Prometeo, accompagnato per mano dallo Stato, possa finalmente liberarsi dalle catene opprimenti che lo costringono a condizioni di debolezza strutturale. È stata questa lettura errata a deviare sinora un’azione efficace di riforma. Come e quando questa parte dell’Italia potrà essere pienamente coinvolta nelle nuove sfide nazionali ed europee indotte dagli scenari della globalizzazione? La ricerca condotta rovescia la consueta prospettiva, troppo attenta alla malattia – o alla medicina – e mai abbastanza al malato. Convinto della necessità di discutere con più coraggio, Giuseppe Soriero, impegnato da anni in prima persona sul territorio per promuovere le migliori risorse intellettuali del nostro Mezzogiorno, inchioda la politica locale, nazionale ed europea alle sue responsabilità e propone possibili vie d’uscita da un isolamento che non deve essere più vissuto come un destino.

Autore

Giuseppe Soriero

Giuseppe Soriero, nato nel 1950, laurea in Architettura, è presidente dell’Associazione culturale IL CAMPO Idee per il futuro e docente di Storia dell’intervento pubblico nell’economia del Mezzogiorno all’Università di Catanzaro. È stato segretario regionale della Calabria e componente della Direzione nazionale del Pci; eletto deputato nelle liste dell’Ulivo, dal 1996 al 1998 sottosegretario al ministero dei Trasporti nel governo Prodi, è stato presidente del Comitato interministeriale per lo sviluppo dell’area portuale di Gioia Tauro e responsabile dei Ds per la Logistica. Nel 2007 è stato nominato consigliere a Palazzo Chigi come esperto di cooperazione culturale nel Mediterraneo. È componente del comitato di presidenza della Svimez.

Recensioni
L'unità, 12/06/2016

L'ALTRA FACCIA DEL MEZZOGIORNO

Tg3 Linea notte, 09/06/2016

Intervista a Giuseppe Soriero

Teleambiente, 23/11/2015

Intervista a Giuseppe Soriero

Carmen Lasorella, l'Unità, 26/10/2015

QUESTIONE SENZA SOLUZIONE? COME USCIRE DALLA CRISI DEL SUD

Quotidiano del Sud, 07/08/2015

PIU' CORAGGIO PER IL SUD E LA CALABRIA

L'Unità, 06/08/2015

MEZZOGIORNO E' TEMPO DI CORAGGIO

Radio 1 - Zapping, 23/06/2015

Intervista a Giuseppe Soriero

La Gazzetta del Mezzogiorno, 18/06/2015

COME PUO' IL SUD SUPERARE LA SUA LUNGA SOLITUDINE

Il Mattino, 14/06/2015

Il Sud visto da Soriero