Responsive image
John Donne, Audrey Taschini

Gli Anniversari

Un'anatomia del mondo. Un'elegia funebre. Del viaggio dell'anima

A cura di Audrey Taschini

Nuova Biblioteca
2013, pp. LX-100, testo in inglese a fronte

ISBN: 9788860368676
€ 19,00 -5% € 18,05
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 18,05
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

«La nuova Filosofia mette tutto in dubbio, L’Elemento del fuoco è del tutto spento; Il Sole è perso, e la terra e nessun ingegno umano Può bene indicargli dove cercarlo». John Donne

Gli Anniversaries, considerati da T. S. Eliot il picco dell’intera poesia di John Donne, sono un testo fondamentale della letteratura inglese. Eppure fino a oggi non ne esisteva una traduzione completa. A lungo dimenticati dalla critica, gli Anniversaries rappresentano invece il più significativo esempio della poetica ricca ed eclettica di uno dei maggiori autori del Seicento inglese. Nell’elegia funebre, scritta poco dopo la morte della giovane aristocratica Elizabeth Drury, avvenuta nel dicembre del 1610, e nei successivi due poemi, composti rispettivamente nel 1611 e 1612, Donne conduce una lunga e articolata riflessione sulla morte, sulla decadenza del mondo, sul peccato, sulla conoscenza, sulla natura e sulla salvezza dell’anima, nella quale tematiche filosofiche, teologiche e scientifiche si sovrappongono in una fitta trama di immagini e artifici linguistici. Per dare conto dei complessi intrecci tra poesia, scienza e concezioni filosofiche del mondo che costituiscono l’universo in cui John Donne compone i suoi poemetti, Audrey Taschini ci accompagna nella lettura dei versi esplorando le visioni teologiche dell’autore, concentrandosi sui suoi rapporti con la nuova epistemologia moderna e sulle sue implicazioni nell’elaborazione della concezione di viaggio dell’anima. La prospettiva sulla nascente scienza moderna è la chiave per comprendere gli Anniversaries come grido dolente del poeta per la lacerazione e la fine di un mondo inteso come dimora vivente del Logos, distrutta dal nuovo sguardo analitico, dal nuovo paradigma anatomico della conoscenza che spezza l’unità di poesia, teologia e scienza, rendendo inaccessibile la loro dimensione di speranza e redenzione.

Autori

John Donne

John Donne (1572-1631) fu poeta e predicatore. È tra i maggiori esponenti della poesia metafisica dell’Inghilterra del Seicento. La sua poesia spazia dai componimenti amorosi alle satire, agli epigrammi fino alle liriche sacre.

Audrey Taschini

Audrey Taschini, assegnista di ricerca presso l’Università di Bergamo, ha pubblicato vari saggi sulla poesia inglese del Seicento e del Novecento. Si ricorda in particolare la traduzione e la cura del volume T. S. Eliot,Quattro Quartetti (Ets, Pisa 2010).