Responsive image
Anthony Browne

La mia mamma/Il mio papà

Traduzione di Bianca Lazzaro

Fiabe e storie (album)
2013, pp. 60, rilegato, 24.5x34 cm

ISBN: 9788860368515
€ 16,00
Non disponibile Non disponibile Non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

La mia mamma poteva fare la ballerina oppure l’astronauta, poteva diventare una star del cinema o fare il capo. Ma invece fa la MIA mamma. Lei è una SUPERMAMMA. E mi fa ridere. Un sacco.

Il mio papà è grande come una casa e tenero come il mio orsetto. È forte come un gorilla e felice come un ippopotamo. Col pallone ai piedi è fantastico. E mi fa ridere. Un sacco.

Divertente e divertito,buffo e commovente, sognante e spontaneo è lo sguardo di ogni bambino o bambina che si posi sulla mamma e sul papà e che un grande autore racconta a colori in un libro spassoso – anzi due – dedicati a tutti i genitori. Mamma e papà sono gli eroi in vestaglia di queste pagine,alle prese con la vita di tutti i giorni. Grande o piccolo che sia,non c’è lettore che saprà resistere all’istinto di immedesimarsi,vuoi scivolando in quelle vestaglie a fiori o a scacchettoni, vuoi standosene a guardarle con gli occhi ingenui e schietti di quell’età che non conosce ancora altro innamoramento se non quello per Mamma e Papà. Ironiche e tenere,queste pagine da capovolgere e rigirare tra le mani diventano un gioco che tiene insieme grandi e piccoli (compresi quelli che non hanno mai smesso di esserlo).

Autore

Anthony Browne

Anthony Browne è un autore di libri illustrati tra i più prestigiosi al mondo. Ha pubblicato oltre cinquanta titoli tradotti in venti lingue, molti dei quali divenuti autentici classici del genere. È stato il primo autore inglese insignito dell’Hans Christian Andersen Award, cui ha affiancato il Kate Greenaway Award e il Kurt Maschler Award. Nel 2009 è stato nominato Children’s Laureate, la massima onorificenza inglese per gli autori di libri per ragazzi.

Recensioni
Giovanni Nucci, L'Unità, 29/04/2013

Ecco le pagine da capovolgere e rigirare fra le mani

Manuela Trincia, L'Unità, 08/04/2013

I genitori che vorrei