Responsive image

Reti a delinquere

'Ndrangheta e altre mafie

Prefazione di: Armando Vitale

Meridiana
2013, pp. XIV-130

ISBN: 9788860368508
€ 22,00 -5% € 20,90
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 20,90
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Gli interventi svolti a un convegno promosso dalla Fondazione Imes di Catanzaro nel 2009 su ’Ndrangheta e altre mafie costituiscono la trama di questo volume. Sono trascorsi quattro anni e il panorama della questione criminale è in parte mutato. Le mafie hanno accentuato il proprio profilo nazionale, rafforzando e ramificando la loro presenza nel Nord dell’Italia; hanno intensificato il traffico internazionale di stupefacenti, stipulando accordi con i cartelli e le multinazionali del crimine di altri paesi; hanno allargato il loro raggio d’azione in tutti i territori dell’economia; hanno provato a tessere nuove alleanze e intese con il mondo delle istituzioni e della politica. L’azione di contrasto dello Stato è divenuta al contempo più incisiva: apparati dello Stato e magistratura hanno dato un forte sviluppo alle indagini e decapitato, per esempio in Calabria, temibili e potenti cosche. Ma le mafie tendono a riprodursi in forme tumorali lanciando nuove sfide. I saggi raccolti in questo volume, che mantengono spesso l’agilità del discorso parlato, non pretendono di dare risposte ai problemi dell’oggi, ma conservano freschezza e valore. Il lettore vi troverà l’analisi del fenomeno criminale con le ragioni della sua espansione, l’indagine relativa ai molteplici campi d’intervento delle mafie, la ricognizione delle forme di contrasto dello Stato. Storici, sociologi, giornalisti, imprenditori, esperti di temi ambientali, magistrati delle procure (nazionale e distrettuali) antimafia, danno vita, in questo libro, a una polifonia che aiuta ancora a spiegare e a capire. Si vorrebbe affidare questo strumento di lavoro alle scuole, del Mezzogiorno e della Calabria in primo luogo, poiché i nostri ragazzi debbono certamente sapere indignarsi e affrontare nelle piazze la mala pianta delle organizzazioni mafiose, ma debbono armarsi anche di conoscenze e pensieri lunghi per dare forza più incisiva a una battaglia che, anche con il loro contributo, si potrà vincere.