Responsive image
Marc Chagall

Il flauto magico a colori

I disegni dei costumi e delle scene dell'opera di Mozart realizzati per il Metropolitan di New York. Con il testo della fiaba di August Jacob Liebeskind, il libretto dell'opera di Emanuel Schikaneder e due saggi di Camilla Miglio e Emily Genauer. La traduzione dal tedesco della fiaba di August Liebeskind "Lulu o il flauto magico" è di Camilla Miglio. La traduzione dal tedesco del libretto di Emanuel Schikaneder è di Ferruccio Tammaro. Le traduzioni dall'inglese del saggio di Emily Genauer e del Discorso di dedica di Marc Chagall sono di Marianna Cozzi

Fiabe e storie
2012, pp. XII-302, rilegato

ISBN: 9788860367501
€ 23,00 -15% € 19,55
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 19,55
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

«Vogliamo la felicità dipinta con colori chiari, libera dai tumulti della terra. Così questa forma d’arte potrà entrare in paradiso, come ci è entrato Il flauto magico di Mozart».

In occasione dell’apertura della sua nuova sede al Lincoln Center, il Metropolitan di New York propose a Marc Chagall – divenuto ormai newyorkese d’adozione, da quando negli anni della guerra si era trasferito nella Grande Mela – di consacrare il suo rapporto con la città e con la musica, dipingendo due grandi murales per la Hall del teatro, e disegnando le scene e i costumi per l’opera che ne avrebbe suggellato l’inaugurazione: Il flauto magico di Mozart. Chagall si mise febbrilmente a lavorare a quella che sarebbe rimasta una delle sue realizzazioni più importanti. I due dipinti di grandi dimensioni, Le fonti della musica e Il trionfo della musica, inaugurati nel 1966, campeggiano ancora nella sede del grande tempio della lirica newyorkese. I disegni e le scene per i costumi del Flauto magico riempirono dei loro incontenibili colori la produzione dell’opera, che debuttò con un memorabile successo il 19 febbraio 1967. I bozzetti originali di Chagall sono ora conservati al Centre Pompidou di Parigi. Si tratta di 47 schizzi, realizzati con tecnica mista, spesso incollando piccoli campioni del tessuto prescelto, e riportando ai margini, a matita, appunti, notazioni, misure. Sono materiali che rappresentano una testimonianza veramente unica di sensibilità e fantasia creativa, come potrà constatare il lettore di questo volume, che per la prima volta al mondo li riporta tutti insieme alla luce. L’incontro del genio della pittura con il genio della musica non potrebbe essere più felice. «Tutto sulla scena sembra sospeso – ebbe a scrivere un estasiato critico musicale, il giorno dopo la prima –, nulla poggia per terra. Tutto galleggia in un tripudio di colorata leggerezza». Ma le magiche sorprese di questo Flauto non si fermano qui: pochi, anche tra i melomani più accaniti, ricordano che il libretto dell’opera mozartiana si ispirò alla fiaba Lulu o il flauto magico, pubblicata nel 1789 da un grande favolista tedesco, August Jakob Liebeskind: un classico racconto di fate e di maghi, considerato «pericoloso» dal potere imperiale asburgico e perciò censurato. Il libretto scritto da Schikaneder nel 1791 riprende coraggiosamente quella fiaba troppo «popolare» e, con una geniale trasposizione, nel passaggio dal primo al secondo atto, ne trasforma il significato, facendola divenire la grande parabola dell’iniziazione massonica che introduce i protagonisti Pamino e Tamina allo splendore della conoscenza, mentre i loro omologhi popolari, Papageno e Papagena, rimarranno beati nella propria ingenua piccola felicità. Il lettore potrà qui trovare la traduzione italiana integrale della fiaba, e del libretto dell’opera, di cui è riprodotto anche l’originale tedesco.

Autore

Marc Chagall

Marc Chagall nasce nel 1887 in una famiglia ebraica a Vitebsk, in Russia. Dopo gli studi d’arte compiuti a San Pietroburgo, si trasferisce a Parigi, dove si inserisce nella comunità artistica di Montparnasse. Nel 1917 aderisce con entusiasmo alla Rivoluzione russa e fonda un’accademia nella sua città natale; ma ben presto torna a Parigi, da dove, nel 1941, partirà alla volta degli Stati Uniti. Terminata la guerra, passerà il resto della vita tra la sua New York e la sua Provenza, dove rimarrà fino alla morte, avvenuta nel 1985.

Recensioni
Diego Gabutti, Italia oggi, 02/01/2013

Il flauto magico Mozart-Chagall

Marco Vallora, La Stampa, 04/12/2012

Chagall, il flauto è magico qual piuma al vento