Responsive image

Libia. Fine o rinascita di una nazione?

A cura di Karim Mezran, Arturo Varvelli

Prefazione di Lucio Caracciolo

Interventi
2012, pp. X-190

ISBN: 9788860366825
€ 17,50 -5% € 16,62
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 16,62
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Contributi di Alice Alunni, Anna Baldinetti, Massimiliano Cricco, Mattia Toaldo, Saskia van Genugten, Matteo Villa.

La rivoluzione che «non doveva essere» è avvenuta. La fine del regime di Gheddafi chiude un capitolo della storia della Libia durato quarant’anni e inaugura una stagione nuova, che guarda alla democrazia liberale come fine ultimo. Sarà possibile costruire un sistema democratico in un paese privo al momento di quei fondamenti culturali e politici necessari alla sua realizzazione? E quale ruolo giocheranno le potenze occidentali, che tanto peso hanno avuto nel crollo della dittatura? Nonostante i legami fitti e complessi che hanno intrecciato la storia dell’Italia a quella della Libia, il nostro sguardo sul paese nordafricano è rimasto in questi anni piuttosto sulla superficie. Gli eventi recenti hanno riacceso l’interesse, senza però che questo si sia mai tradotto nella comprensione profonda di una realtà socio-culturale e politica che per anni ha fatto sì che Gheddafi si mantenesse saldamente al potere e che in breve tempo ha deciso di liberarsene. Nasce da questa esigenza di comprensione l’analisi qui proposta da un gruppo di esperti e studiosi, che prende avvio dalla fase del dominio turco per arrivare alle rivolte dell’oggi, attraverso il colonialismo italiano, la seconda guerra mondiale e la nascita della Jamahiriya. Capitolo dopo capitolo, l’indagine passa al setaccio l’ideologia di Gheddafi, le divisioni subnazionali del paese e il loro ruolo nella costruzione di una nuova entità politica; il peso dell’islamismo radicale; le nazionalizzazioni del rais e il suo uso dell’arma petrolio; le intricate e contraddittorie relazioni internazionali dal 1969 a oggi; e infine, la rivolta del febbraio 2011, le sue cause e le sue origini, la cospirazione anglo-francese e le prospettive per il futuro. A metà tra storia, analisi politica e cronaca, un libro che colma una lacuna nel panorama editoriale italiano.

Recensioni
Luciana Borsatti, ANSAmed, 01/06/2012

Libri: la Libia non è la Siria, Mezran racconta perché

Redazione, Terrasanta, 01/06/2012

In bilico tra unità e frantumazione

Manuela Borraccino, Terrasanta.net, 20/04/2012

Nuova Libia, tra unità e regionalismi

Stefania Nardini, www.corrierenazionale.it, 12/02/2012

Il destino della Libia prima e dopo Gheddafi

Redazione, Ansamed, 09/02/2012

Come andrà a finire la rivoluzione in Libia?

Lucio Caracciolo, La Repubblica, 01/02/2012

Così la caduta di Gheddafi fermò la primavera araba

Lucio Caracciolo, La Repubblica, 01/02/2012

Così la caduta di Gheddafi fermò la primavera araba