Responsive image
Franco Lo Piparo

I due carceri di Gramsci

La prigione fascista e il labirinto comunista

Saggine, n. 191
2012, pp. VI-146

ISBN: 9788860366788
€ 16,00 -5% € 15,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 15,20
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Altre edizioni
Scheda libro

«Gramsci, personaggio ancora da scoprire. Che negli anni trenta sia stato un critico del comunismo realizzato, ormai tutti lo riconoscono. I Quaderni sono il documento della sua travagliata riflessione. Si sente prigioniero di due carceri. Probabilmente capisce i doppi ruoli che svolgono la cognata Tania e l’amico Sraffa. Li sente come amici, ma sa che sono condizionati da forze più grandi di loro. Accetta l’ambiguità della situazione in cui tutti si trovano. Prova a sfruttarla. Alla fine riesce ad uscire dal carcere fascista. Rimane l’altro carcere. Umanamente più doloroso. Da esso non ne uscirà nemmeno con la morte».

Perché i Quaderni del carcere sono 33, e non 34, come in origine e più volte annunciato dallo stesso Togliatti? Un quaderno «si è perduto»? Gramsci sapeva che Sraffa trasmetteva le sue lettere a Togliatti? Nonostante la successiva «vulgata» del partito, che avrebbe dipinto un Gramsci «morto nelle carceri fasciste», egli passò i suoi ultimi due anni e mezzo in libertà condizionale. È verosimile che in quegli anni abbia smesso quasi completamente di scrivere? E perché non riprese i contatti con i vertici del partito e dell’Internazionale comunista? Alcune di queste domande sono inedite. Tutte aspettano ancora risposte convincenti. Lo Piparo sceglie di partire da un indizio, che gli appare subito forte, decisivo. Esamina con la lente del linguista la lettera di Gramsci a Tania del 27 febbraio 1933 che la cognata definì, per la sua scrittura allusiva, «un capolavoro di lingua esopica». La lettera è il grimaldello con cui viene forzato lo scrigno che racchiude la complessa personalità, politica e umana, del prigioniero. Entrato in carcere come «segretario del Partito comunista d’Italia», Gramsci ne uscì convinto che tutta la sua vita era stata «un grande errore, un dirizzone».

Autore

Franco Lo Piparo

Franco Lo Piparo, vincitore del premio Viareggio nel 2012 con il libro I due carceri di Gramsci (Donzelli), è ordinario di Filosofia del linguaggio all’Università di Palermo. Studia il linguaggio come cartina di tornasole di aspetti nascosti di fenomeni non linguistici. In Lingua, intellettuali, egemonia in Gramsci (1979) documentò la provenienza dagli studi universitari di glottologia della nozione gramsciana di egemonia. Oltre a I due carceri di Gramsci, con Donzelli ha pubblicato L’enigma del quaderno (2013), entrambi riuniti in un unico volume uscito in Francia per Cnrs Éditions nel 2014.

Recensioni
Luigi Cavallaro, Il Manifesto, 11/01/2013

Gramsci, mille e una eresia

Antonio Funiciello, Europa, 22/08/2012

Quando la Cgil era riformista

Bruno Gravagnuolo, L'Unità, 08/06/2012

D'Alema: falsità su Gramsci per delegittimare i partiti

Bruno Gravagnuolo, L'Unità, 07/06/2012

Giallo Gramsci: si all'inchiesta

Franco Lo Piparo, Corriere della Sera, 06/06/2012

Gramsci e il mistero del quaderno XXXIII

Leonardo Rapone, L'Indice n.6, 01/06/2012

Le congetture, l'immaginazione e i documenti

Luca Telese, Il Fatto Quotidiano, 24/05/2012

Luciano Canfora: "Gramsci, il finto giallo del quaderno sparito"

Roberto Pertici, L'Osservatore romano, 14/04/2012

Il compagno Gramsci? Che resti in carcere

Angelo D'Orsi, La Stampa, 01/04/2012

Il quaderno mancante, spy story non storia

Franco Lo Piparo, La Stampa, 30/03/2012

Gramsci sulla via del

Matteo Mascia, Rinascita, 23/03/2012

Ecco come Gramsci si allontanò dall'ortodossia comunista

A. Car., Corriere della Sera, 18/03/2012

Il comunismo diverso

Giuseppe Berta, L'Espresso, 15/03/2012

Gramsci sconosciuto

Angelo D'Orsi, La Stampa, 15/03/2012

Gramsci nella guerra dei mondi

Bruno Gravagnuolo, L'Unità, 10/03/2012

Gramsci, lo

Guido Liguori, Il Manifesto, 02/03/2012

Un revisionismo storico in nome del bene assoluto

Mario Baudino, La Stampa, 02/03/2012

Gramsci, il mistero del quaderno scomparso

Bruno Gravagnuolo, L'Unità, 29/02/2012

Giochini sull'eroico Gramsci

Luciano Canfora, Corriere della Sera, 24/02/2012

Gramsci, manca un quaderno

Elisabetta Amalfitano, Left, 18/02/2012

Lo strappo di Gramsci

Gianluca Scroccu, L'Unione Sarda, 18/02/2012

Gramsci più intimo. I tormenti dell’uomo oltre il mito

Sergio Luzzatto, Il Sole 24 ore, 12/02/2012

Lo strappo di Gramsci

Sergio Luzzatto, Il Sole 24 ore, 12/02/2012

Lo strappo di Gramsci

Sergio Caroli, La Sicilia, 10/02/2012

Gramsci tra prigione fascista e labirinto comunista

Sergio Caroli, Il Giornale di Brescia, 10/02/2012

Nelle Lettere dal carcere la rottura con il comunismo

Febriazio Ottaviani, Il Giornale, 04/02/2012

Ecco il "Codice Gramsci" per ingannare il Pci

Antonio Carioti, Corriere della Sera, 03/02/2012

"Gramsci ripudiò il comunismo": il giallo del quaderno mancante

Gianni Francioni, L'Unità, 02/02/2012

La leggenda del quaderno "rubato"

Dino Messina - Blog, Corriere della Sera, 02/02/2012

Antonio Gramsci e il fantomatico quaderno scomparso

Nello Ajello, La Repubblica, 28/01/2012

L'altro carcere di Gramsci