Responsive image
Emiliano Morreale

Così piangevano

Il cinema melò nell'Italia degli anni cinquanta

Saggi. Arti e lettere
2011, pp. VIII-328

ISBN: 9788860365828
€ 25,00 -5% € 23,75
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 23,75
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Nel cinema italiano non si è mai pianto così tanto come negli anni cinquanta. E mai si sono viste tante protagoniste femminili. Le platee del nostro paese sono conquistate dai mélo di Raffaello Matarazzo, con Amedeo Nazzari e Yvonne Sanson, nei quali confluiscono le eredità della sceneggiata napoletana e del romanzo d’appendice, gli scenari del neorealismo e la novità del fotoromanzo. Donne piangenti o perdute, mariti emigrati o reduci: personaggi che parlano a un pubblico che è l’ultimo dell’Italia contadina. Eppure, in questi film non solo si dà vita a un nuovo divismo, quello delle Mangano, delle Bosè e delle Loren, ma matura anche il grande cinema moderno: le eroine di Antonioni nascono qui,mentre registi come Lattuada, Comencini, Cottafavi caricano il mélo di spinte trasgressive. E su questo immaginario lavorerà astutamente, da subito, un nuovo mezzo: la tv. Il cinema strappalacrime è al centro di un gioco di incroci e di mutazioni: tra autori e genere, tra film e aspettative del pubblico, tra nuovo sistema dei media e antiche forme di spettacolo popolare,mentre si affaccia la «prima generazione» di giovani. Il saggio di Emiliano Morreale parla di film e non solo, tracciando una mappa dell’«immaginazione melodrammatica» nel nostro paese. In un periodo in cui la condizione femminile è uno dei momenti di maggior contraddizione della società, il cinematografo è un luogo di evasione e consolazione, ma anche di inquietudini e tensioni che diventano immagini, metafore volontarie o casuali, sfoghi, catarsi, scene madri.

Autore

Emiliano Morreale

Emiliano Morreale insegna all’Università La Sapienza di Roma ed è critico cinematografico del quotidiano «la Repubblica». Per i tipi della Donzelli ha pubblicato: L’invenzione della nostalgia. Il vintage nel cinema italiano e dintorni (2009), Così piangevano. Il cinema melò nell’Italia degli anni cinquanta (2011) e ha curato Mario Soldati e il cinema (2009).

Recensioni
Valentino Cecchetti, L'Indice n.12, 01/12/2011

Povere donne senza perdono

Marco Ranaldi, www.deapress.com, 21/11/2011

Il cinema melò

Raffaele Manica, Alias - Il Manifesto, 05/11/2011

Morreale e il melò come prova d'autore

Stefano Giani, Il Giornale, 27/10/2011

Il melodramma, così si piangeva al cinema

Elisabetta Bolondi, www.ventonuovo.eu, 24/10/2011

Quando si andava tanto al cinema....

Carlo Griseri, www.cinemaitaliano.info, 30/09/2011

Un saggio sul cinema melò degli anni '50

Diego Gabbuti, Italia Oggi, 28/09/2011

Horror, melò e l'immaginazione

Redazione, Internazionale, 08/09/2011

Melodramma

Shaula Calliandro, Il Gazzettino illustrato, 01/09/2011

Pianto nel cinema italiano

Redazione, Silhouett Donna, 01/09/2011

Così piangevano

Francesco Troiano, Tuttolibri - La Stampa, 20/08/2011

Così l'Italia al cinema si divertiva piangendo

Aldo Grasso, Corriere della Sera, 31/07/2011

Viva il pianto: non è debolezza

Massimiliano Pistonesi, filmakersmagazine.it, 27/07/2011

Il saggio di Morreale ricostruisce il fenomeno del mélo italiano anni cinquanta.....

Emiliano Morreale, Il Sole 24 ore, 10/07/2011

Quando era bello piangere